PREVENZIONE DEL TABAGISMO FRA I GIOVANI

“Percorsi di Benesssere” – Prevenzione del tabagismo nei giovani e promozione di sani stili di vita è il tema del Campus  che si terrà domani a Villa Ricceri, in  località La Badia a Montepiano. L’iniziativa fa parte dei percorsi di educazione alla salute che ha visto coinvolti l’Istituto comprensivo Pertini di Vernio, i comuni di Vernio e l’Asl 4 di Prato.
L’obiettivo del campus è quello di chiudere il percorso educativo realizzato nelle classi II e III della scuola secondaria di 1° grado ICS S. Pertini in modo ludico ed emotivamente intenso favorendo nei ragazzi la riflessione sulle proprie competenze in azione, in attività non consuete per loro, ma divertenti e sicure, riscoprendo il valore di sani stili di vita ( il movimento, sana alimentazione, rapporto con l’ambiente).
Questo potrà permettere nei ragazzi lo sviluppo di atteggiamenti e abilità utili ad effettuare scelte di salute e di vita sani.
Lo studio internazionale HBSC (Health Behaviour  in School-aged Children, 11-13-15 anni) 2009/2010 riferito alla Regione Toscana evidenzia che il consumo di tabacco rappresenta una delle principali minacce per la salute dell’uomo, essendo responsabile di circa 5 milioni di decessi ogni anno (WHO 2009) e uno dei principali fattori di rischio per malattie croniche, dai tumori alle patologie polmonari e cardiovascolari.
L’indagine evidenzia che la maggior parte degli adolescenti in tutte le fasce di età dichiara di non fumare; tuttavia la proporzione di coloro che non fumano decresce maggiormente, soprattutto tra i 13 e i 15 anni (98% a 11anni, 93,30% a13 e 70,54% a 15 anni). Analogamente si riscontra differenze notevoli rispetto alle frequenze di fumo quotidiano fra le diverse età.  Solo lo 0,35% degli 11enni dichiara di fumare tutti i giorni , a 13 anni il valore sale a 0,96% fino a raggiungere la quota di 15,85 a 15 anni. L’analisi per fascia di età e per genere dei soli fumatori quotidiani, ovvero di coloro che hanno risposto “tutti i giorni” alla domanda “attualmente quanto spesso fumi”, evidenzia valori pari a 0,67% di ragazzi e 0,00%di ragazze a 11 anni; 1,10% di ragazzi e 0,81% di ragazze a 13 anni. Tale tendenza si inverte a 15 anni, con il prevalere delle ragazze sui ragazzi (17,32% vs 14,47%). Alla domanda “quante volte hai fumato sigarette negli ultimi 30 giorni”, più del 90%dei giovani di 11 e 13 anni ha dichiarato di non aver fumato, mentre tra i 15enni la percentuali di 1-5 sigarette al giorno e 6 o più sigarette al giorno risulta rispettivamente di 9,94% e 9,39%.
La valutazione della diffusione del fenomeno dell’abitudine al fumo rappresenta un processo indispensabile per riuscire a definire politiche efficaci di salute pubblica volte sia a promuovere la cessazione che, soprattutto per i più giovani, a prevenire l’inizio e l’istaurarsi dell’abitudine.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*