Trasporto pubblico, Napolitano risponde
in Consiglio provinciale

“La Provincia ha già iniziato un percorso, che sarà concordato con tutti i Comuni, per affrontare preparati il confronto con la Regione Toscana per la gara unica del trasporto pubblico”. Lo ha annunciato l’assessore ai Trasporti della Provincia Antonio Napolitano al termine della complessa risposta in Consiglio provinciale a un’interpellanza presentata dal Pd e due interrogazioni firmate una dal gruppo Pdl e una dall’Udc sullo stesso argomento, i tagli della Regione Toscana al trasporto pubblico locale. “Stiamo commissionando uno studio che dovrà analizzare la domanda e l’offerta, attuale e futura, sul territorio provinciale in modo da avere un quadro preciso e dettagliato della modulazione del servizio e dei bisogni del territorio – ha proseguito Napolitano – La gara regionale è un’opportunità che dobbiamo saper cogliere, abbiamo bisogno di costruire un servizio più efficiente modulato sull’alternanza ferro-gomma e sfruttando tutte le sinergie possibili. E questo possiamo farlo solo inserendoci nel contesto regionale”. Napolitano ha ripercorso nel suo intervento tutte le complesse fasi che hanno portato alla ristrutturazione del servizio nel corso di quest’anno, ma ha insistito sulla necessità di lavorare celermente insieme ai Comuni per tracciare le linee guida per il 2012. C’è stato anche un dibattito (previsto nel caso di interpellanza) che ha visto il capogruppo Pd Fabio Rossi insistere sulla necessità di “partecipare a pieno titolo alla gara regionale mettendo in campo sinergie fra le aziende del trasporto pubblico in modo da valorizzare management e professionalità di alto livello esistenti”. I consiglieri Simone Barni e Emanuele Pacini si sono addentrati nella valutazione delle prospettive in particolare per la Val di Bisenzio (in linea con l’interpellanza presentata dal gruppo) facendo notare che si tratta di un territorio ideale per l’integrazione ferro-gomma. “E’ necessario continuare a lavorare perché le frazioni siano ben collegate alle stazioni ferroviarie – hanno detto – Ma negli ultimi mesi la Provincia ha già apportato molti aggiustamenti utili a migliorare la rete in un territorio dove è davvero complesso rispondere a tutti i bisogni”. Il capogruppo Idv Luca Mori ha parlato di scelte obbligate per le quali sarà necessario mettere alcuni paletti e presentarsi con proposte concrete ed efficaci soprattutto sul lungo periodo, mentre il presidente della IV Commissione Mario Tognocchi ha richiamato la massima attenzione al livello provinciale, “che non deve correre alcun rischio di penalizzare qualità e quantità del servizio per stare dentro al sistema regionale”. Infine il consigliere Pdl Matteo Cocci ha rimproverato alle amministrazioni passate di “non aver investito sul trasporto pubblico quando c’erano i margini per farlo. Adesso ci troviamo con aziende che gestiscono i servizi gonfiate per le troppe assunzioni e una situazione economica difficile”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*