I carabinieri festeggiano il 197° anniversario
di fondazione dell’Arma

Una cerimonia suggestiva, la prima tenutasi al tramonto, ha celebrato ieri il 197° anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Alla presenza del prefetto di Prato, del vescovo Simoni e delle autorità civili e militari della provincia, è stata presentata l’attività dell’anno trascorso. Un anno che ha visto impegnati i 200 militari in servizio al Comando centrale e nelle stazioni di provincia nel perseguire quasi 10 mila reati. Un’attività incessante per la quale il comandante provinciale, tenente colonnello Emilio Mazza ha voluto pubblicamente ringraziare tutti i carabinieri.
Durante la cerimonia, allietata dalla Fanfara dell’Associazione musicale la “Fedelissima dell’Arma”, sono stati consegnati i riconoscimenti ai militari che nel corso dell’anno si sono particolarmente distinti in attività di servizio. Fra queste l’intervento che ha sventato un tentativo di suicidio, due maxioperazioni antidroga, l’indagine che ha portato all’arresto di una banda di ladri specializzata in colpi in gioiellerie con il recupero di refurtiva per 200 mila euro. E l’operazione Satana, che ha consentito di smantellare un’associazione criminale di giovani cinesi, i quali con modalità di stampo mafioso, avevano seminato il panico fra connazionali con reati quali estorsione, usura, rapine, gioco d’azzardo e spaccio di droga.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*