Traffico di Shaboo, la droga inodore dalle Filippine. Arresti anche a Prato

Sono stati eseguiti anche a Prato alcuni dei 20 arresti compiuti dalla squadra mobile di Firenze nell’ambito dell’operazione “Crystal”, che ha consentito di interrompere un traffico internazionale di droga dalle Filippine all’Italia. Lo stupefacente è lo shaboo, una droga sintetica conosciuta anche come Ice, che viene prodotta in laboratori filippini; si tratta di un fortissimo stimolante dai devastanti effetti collaterali per il sistema nervoso, il cui prezzo sul mercato va da 500 agli 800 euro al grammo. Il personaggio principale attorno a cui ruotano i traffici è uno spacciatore italiano, arrestato all’aeroporto di Malpensa, al suo rientro dalle Filippine, con quasi mezzo chilo di shaboo. La droga arrivava in Italia in plichi spediti tramite normali ditte di corrieri; la sostanza, inodore,  riusciva ad eludere i controlli e veniva recapitata a casa o da ritirare presso lo stesso corriere. Il pagamento avveniva tramite money transfer o con accredito su conto corrente.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*