Ubriaco si cappotta al casello
di Prato Ovest

La polizia municipale è intervenuta ieri in dieci sinistri stradali, di cui otto con feriti. L’incidente più grave è successo sul viale Leonardo da Vinci, verso le 21, dopo la rotatoria dei Trebbi, in direzione Pistoiam nei pressi dello svincolo autostradale. Un’autovettura condotta da un cittadino italiano di 47 anni ha sbandato e si è cappottata (nella foto) senza coinvolgere altri veicoli. Sul posto, per estrarre il conducente dalle lamiere, sono intervenuti i vigili del fuoco. Le condizioni del ferito, giunto in ospedale in codice rosso, sono poi apparse meno gravi del previsto. I controlli per lo stato d’ebbrezza hanno dato esito positivo, con il valore di 1,81 g/l, ben oltre tre volte il limite di legge previsto. Inoltre l’autovettura è risultata priva di copertura assicurativa e con la revisione scaduta. Da ulteriori controlli è emerso che il conducente è privo di patente di guida perché revocata già da diversi anni.

Altro incidente particolare è successo verso le 17 sul viale XVI Aprile. Si tratta di un tamponamento tra un’auto condotta da una donna italiana e una condotta da un cittadino marocchino. Quest’ultimo, dopo aver tamponato l’altro veicolo, si è allontanato dal luogo dell’incidente. L’italiana e le due figlie piccole a bordo sono rimaste leggermente ferite. La Polizia municipale intervenuta sul posto è comunque riuscita a individuare l’identità del conducente marocchino che è risultato privo di patente di guida.

Un altro grave incidente è avvenuto attorno a mezzanotte a Vernio, in località Sasseta. Un motociclista, con in sella un passeggero, è finito fuori strada cadendo in una scarpata. Per recuperare i due feriti si è reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco; due ambulanze li hanno trasportati al pronto soccorso con ferite rivelatesi per fortuna non gravi.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*