Creaf, Buzzi e Pin ammessi al finanziamento
della Regione

Due milioni e quattrocento mila euro per Creaf, laboratorio di controllo qualità del Buzzi e Pin. La Regione Toscana ha ammesso a finanziamento i tre progetti presentati dalla Provincia nell’ambito del bando per il trasferimento tecnologico. Un bando da 20 milioni di euro che interviene a cofinanziare per il 60% i progetti approvati in tutta la Toscana. Nel Creaf la Regione investirà 2 milioni di euro per attrezzare laboratori, incubatori, sale prove, auditorium, spazi a servizio dei visitatori e strutture per la promozione del centro. Al Buzzi andranno 278 mila euro per estendere l’attività del laboratorio di analisi conto terzi, al controllo qualità per pelletteria e calzature.  200 mila euro sono infine destinati al Pin per creare un centro di innovazione sugli impianti per la  salvaguardia ambientale. Non sono stati ammessi al finanziamento regionale un secondo laboratorio del Pin e il piano della Comunità montana di un polo per il terziario avanzato. I progetti ammessi a finanziamento dovranno essere inseriti in un documento di coordinamento di area vasta entro il prossimo ottobre, per la definitiva approvazione da parte della Regione.
“E’ un risultato importante, che dimostra l’attenzione della Regione nei confronti di Prato e del Creaf – ha sottolineato il presidente della Provincia Lamberto Gestri –. La realizzazione del progetto servirà a trasformare gli edifici in spazi attrezzati che erogano servizi e offrono ai ricercatori gli strumenti necessari al loro lavoro”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*