Estorsione a transessuale brasiliano, arrestato l’aguzzino

Un albanese di 26 anni è stato arrestato dalla polizia nella flagranza del reato di estorsione, nei confronti di un transessuale brasilano di 38 anni, che è solito prostituirsi nei pressi della stazione. L’albanese, pregiudicato per reati contro il patrimonio, estorsione ed armi, era stato scarcerato circa un mese fa e sottoposto all’obbligo di firma. Da allora aveva più volte minacciato il transessuale, chiedendogli 150 euro al giorno per poter esercitare la prostituzione. Al rifiuto opposto dalla vittima, l’uomo le aveva sottratto il cellulare e 100 euro dalla borsa, l’aveva pedinata e minacciata di morte con un coltello. Il brasiliano ha chiamato la polizia, che ha potuto constatare le ferite da armi bianca riportate dalla vittima e i danni arrecati al portone di casa, da parte dell’aguzzino. Gli agenti hanno ascoltato in viva voce una delle telefonate minatorie del 26enne e lo hanno arrestato sotto la casa della vittima durante l’ennesimo tentativo di estorsione.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*