I Cavalieri firmano Bocchino e ingaggiano Frati

Cavalieri

CavalieriFinalmente e’ ufficiale Filippo Frati entra a far parte dello staff tecnico dei Cavalieri. Attesa la scadenza del 30 giugno, i Cavalieri Estra Prato sono lieti di ufficializzare l’arrivo di Filippo Frati nello staff tecnico pratese.
39 anni compiuti un mese fa, Frati ex tecnico dei Crociati vanta un passato di ottimo livello come giocatore (con 4 presenze anche in nazionale) e come allenatore prima a Noceto e poi dopo la fusione con i Crociati, con cui ha scalato i campionati fino alla promozione in Eccellenza l’anno scorso. Quest’anno ha guidato al quarto posto in classifica i Crociati Parma, confermandosi tecnico giovane ma di ottimo livello.
Nel momento dell’ufficializzazione di Frati, la societa’ vuole salutare e ringraziare per il lavoro svolto, per la competenza, ma anche per l’umanita’ e la disponibilita’ che ha sempre dimostrato Fabio Gaetaniello, con la speranza che in un futuro prossimo le strade dei Cavalieri e di Fabio possano ricongiungersi di nuovo.

ARRIVA BOCCHINO
I Cavalieri ingaggiano Bocchino. Primo importante colpo di mercato per i tuttineri pratesi che hanno firmato il mediano di apertura della nazionale italiana ed ex Viadana Riccardo Bocchino. Acquisto importante per i tuttineri del presidente Fabrizio Tonfoni che con la conferma di Wakarua e di buona parte dei trequarti e l’acquisto di Bocchino hanno un reparto di ottimo valore.
Lo staff tecnico pratese sta comunque lavorando per completare tutti i reparti con giocatori in grado potenziare la squadra che tanto ben ha fatto in questa seconda storica stagione in Eccellenza e prima nelle Coppe Europee.

Breve CV
Bocchino è cresciuto nell’Unione Capitolina Roma con la quale ha esordito nel Super 10 2007-08; ha preso inoltre parte ai mondiali Under-20 del 2008 e nello stesso anno, all’IRB Nations Cup con la Nazionale A.
Passato nel 2009-10 al Rovigo, è stato selezionato dal commissario tecnico della nazionale maggiore Nick Mallett tra i giocatori da utilizzare per il Sei Nazioni 2010, nel quale ha esordito il 6 febbraio nel corso dell’incontro di Dublino contro l’Irlanda; nella stagione 2010-11 ha militato negli Aironi, franchigia italiana in Celtic League.

La scheda
Nome: Riccardo Bocchino
Nato: Viterbo il 3 marzo 1988
Ruolo: mediano di apertura
Altezza: 181 cm
Peso: 83 kg
Squadra di Provenienza: Aironi
Nella passata stagione: 14 presenze tra Celtic League e Heineken Cup
In nazionale: 6 in nazionale maggiore, oltre a numerose in nazionale A e giovanili.
Precenti squadre: Aironi, Rovigo, Capitolina

Cavalieri e Fondazione Pitigliani insieme per vincere
Si e’ tenuta ieri sera presso la splendida e storica cornice di villa «La Rugea», la serata conviviale organizzata dal Kiwanis Club Prato Centro Storico, dal titolo “Vincere giocando forte insieme”.
I tuttineri del presidente Fabrizio Tonfoni sono stati ospiti di questa serata conviviale e di solidarieta’ organizzata dal Kiwanis del presidente Lucano Perone e del cerimoniere Silvano Nieri.
I fondi della serata saranno devoluti alla fondazione Sandro Pitigliani per la lotta contro i tumori.
Alla serata ha partecipato il dottor Angelo Di Leo, direttore del Dipartimento di Oncologia dell’Azienda Usl 4 di Prato che relazionerà i presenti sul tema della lotta ai tumori.
Dalla prossima stagione agonistica 2011-2012 il simbolo dell’associazione Pitigliani sara’ posto sulle maglie dei Cavalieri.
Cavalieri a Fondazione Pitigliani giocheranno cosi’ insieme per la vita.

Soddisfatto della serata e dell’incontro il presidente Fabrizio Tonfoni che ha commentato

“Oggi piu’ di prima c’e’ bisogno di sostenere il progetto Cavalieri sia per quel che si sta cercando di fare a livello sportivo, sia per l’impegno che stiamo mettendo a livello sociale. Invito tutti a far parte del progetto Cavalieri, la societa’ e’ aperta, aspettiamo da tutti coloro che hanno voglia di mettersi in gioco una mano; l’obiettivo e’ quello dell’azionariato diffuso per creare e rafforzare il futuro della nostra societa’ che possa rappresentare una eccellenza per la citta’ di Prato, unendo il lato sportivo a quello sociale e di solidarieta’ ”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*