Premio Strega a Nesi, tutta la città
si compliementa con lo scrittore pratese

Prato fa festa per il successo di Edoardo Nesi al premio Strega. Lo scrittore riceve complimenti bipartisan, a cominciare da quelli del presidente della Provincia Lamberto Gestri, che lo ha voluto nella sua giunta nel ruolo di assessore allo sviluppo economico e alla cultura. “Sono felice per Edoardo Nesi, lo sono ancor più per Prato e per la sua gente”, afferma Gestri. “Prato ricomincia dall’ultima frase del libro di Nesi: di sicuro non siamo fermi. Qui – dice Gestri – è già iniziata la riscossa contro la grande crisi. E’ la riscossa delle nostre aziende che sono riuscite a resistere, di chi fa innovazione”.
Anche il sindaco Roberto Cenni esprime la sua soddisfazione per la vittoria dello scrittore: “E’ un bellissimo dono assolutamente meritato per lui e la nostra città tutta” afferma Cenni, sottolineando la capacità di Nesi di raccontare un tema difficile come la globalizzazione in maniera competente e con grande capacità di scrittura.
A Nesi i complimenti del Vescovo, Mons. Gastone Simoni. “L’augurio – afferma il presule – è che anche questo successo segni un ulteriore passo verso un riscatto per l’intera nostra comunità cittadina, sempre pronta a rialzarsi nei momenti difficili della sua storia. È questa la vera storia della nostra gente”.
Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, di ritorno dalla missione in Cina afferma: “Ha ragione Edoardo Nesi, il premio Strega l’ha vinto insieme a lui tutta Prato e la sua gente. E’ uno splendido riconoscimento per la cultura toscana, che è vitale e vicina alle storie del suo territorio”.
E si congratula con “l’amico” Edoardo anche l’assessore alla cultura del Comune, Anna Beltrame che dice: “il suo libro è un omaggio a Prato, un grido di dolore, ma anche di speranza per la nostra città”.
Al coro di compliementi si uniscono anche il sindaco di Montemurlo Mauro Lorenzini, Pasquale Petrella dell’Idv e l’europarlamentare della Lega Nord Claudio Morganti che però non risparmia una stoccata allo scrittore pratese: “dedicare oggi il premio a Prato e alla sua gente è una magra consolazione. Tanto poteva essere fatto prima, per salvare Prato e le sue aziende”.
A Nesi anche un sms di congratulazioni dal sindaco di Firenze Matteo Renzi.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*