Report sul lavoro. Crescono i posti, ma i giovani fanno fatica e i contratti sono a tempo determinato

lavoro

lavoro1893 nuovi posti di lavoro nel primo trimestre del 2011 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il dato, che testimonia la leggera ripresa dell’economia provinciale, emerge dal report elaborato dall’Osservatorio provinciale e dal servizio Lavoro della Provincia, che prende in esame i flussi (cioè il movimento dei contratti) mettendo a confronto i primi tre mesi del 2011 e del 2010 e consentendo una visione aggiornata del mercato del lavoro. “
Anche i saldi per settore sono complessivamente positivi, soprattutto per quanto riguarda i servizi alle imprese, il tessile e il commercio. C’è però un dato negativo, che riguarda l’abbigliamento, anche se proprio questo comparto registra i maggiori movimenti fra assunzioni e cessazioni e si conferma una delle aree più ‘vivaci’ dal punto di vista della mobilità dell’occupazione.
 Ancora una volta, però, le assunzioni sono caratterizzate da una netta prevalenza di contratti a tempo determinato in senso ampio. I contratti a tempo indeterminato rappresentano solo il 34.7% del totale, in calo rispetto al trimestre precedente e al medesimo trimestre del 2010. Gli under 25 hanno fatto fatica a trovare lavoro, mentre le cose vanno meglio per i lavoratori nella fascia di età tra i 29 e i 39 anni.
Nel trimestre in questione è cresciuto del 36% il numero degli extracomunitari che hanno trovato lavoro.
Nel primo trimestre 2011 diminuisce il dato complessivo delle iscrizioni alla mobilità. Al 31 marzo 2011 sono 3.892 persone  le persone iscritte nelle liste.
In calo anche le procedure di cassa integrazione straordinaria e il numero dei dipendenti coinvolti.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*