Sequestrato capannone cinese a Galciana
Dopo l’ordinanza gli abusi edilizi erano raddoppiati

Il soppalco abusivo era stato demolito, come previsto da una precedente ordinanza. Ma al suo posto erano stati ricavati 17 camerette e due cucine sormontate da soppalchi per altri dormitori, per un totale di 33 posti letto. E’ quanto ha scoperto la polizia municipale in un capannone a Galciana, di proprietà di italiani e affittato a due ditte cinesi di confezioni. 48 macchine da cucire sono state sottoposte a sequestro amministrativo. Sequestro penale preventivo, invece, per l’intero immobile.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*