Va in onda RadioSpin, la radio degli studenti
del Polo Universitario “Città di Prato”

Lo scorso 8 giugno ha preso il via “Senti chi ricerca” il primo programma realizzato dalle radio universitarie italiane dedicato al mondo della ricerca scientifica e che dà voce ai ricercatori che raccontano non solo i loro progetti ma anche le loro passioni personali, le aspettative e i desideri. Dopo la prime cinque puntate realizzate da altrettante radio universitarie domani (giovedì 14 luglio) alle 19.30 verrà trasmessa la puntata realizzata da RadioSpin, la web radio degli studenti del Polo Universitario di Prato. La trasmissione avverrà in contemporanea su tutte le radio universitarie italiane costituendo dunque una vetrina a livello nazionale di alcune delle attività di ricerca che si svolgono presso la sede pratese dell’Università di Firenze. Due dei tre ricercatori intervistati nella puntata, Enrico Testi e Maurizio Toccafondi, svolgono infatti la loro attività di ricerca presso il PIN. Enrico Testi, trentenne, dirige lo Yunus Social Business Center University of Florence,  attivo sui temi della cooperazione internazionale e delle politiche di welfare. Durante la sua carriera ha svolto missioni in Romania, Etiopia, Marocco, Brasile, Repubblica Dominicana e Bangladesh. Maurizio Toccafondi, laureato in Ingegneria Meccanica a Firenze ha conseguito il dottorato di ricerca in Progettazione e Costruzione di Macchine. È assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Meccanica e Tecnologie Industriali e collabora con il laboratorio SMIPP ed il laboratorio Casper Lab. del PIN. Oltre ai due ricercatori pratesi, parlerà della sua attività anche Vito Vitale, ricercatore del CNR che si occupa di Fisica dell’Atmosfera e della Climatologia e che conduce da circa dieci anni attività di ricerca relative all’Antartide. La realizzazione del programma è stata promossa dalla Commissione Europea attraverso il Programma Quadro in Ricerca e Sviluppo Tecnologico. Tra le oltre venti realtà radiofoniche universitarie, Ustation.it (network dei media universitari italiani) e Raduni (Associazione degli operatori dei media universitari) ne hanno selezionate undici per la realizzazione di altrettante puntate del programma. La scelta di RadioSpin come partner del progetto premia la vivacità di questa giovane realtà radiofonica universitaria creata un anno fa da un gruppo di studenti del Polo Universitario di Prato. Una vivacità, quella di RadioSpin, dimostrata anche dalle proposte del palinsesto estivo che prevede la messa in onda di  nuovi programmi come “Appunti da viaggio”, dedicato al turismo sostenibile; “Estman”, radiodramma presentato alla Biennale di Venezia e “L’isola delle rose” dedicato alla musica e alla cultura dei diversi paesi del mondo, oltre alla  trasmissione di eventi in diretta tra i quali spiccano cinque serate di musica e poesia dal Giardino Buonamici, nell’ambito di “Oltre il giardino”, e la copertura integrale di Univercity 2011, in programma il 20, 21 e 22 luglio in Piazza dell’Università.  L’appuntamento è dunque su internet su www.radiospin.it

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*