Violenza sessuale sulla pista ciclabile
dieci giorni dopo l’uscita dal carcere
Arrestato di nuovo il maniaco di Mezzana

Appena uscito dal carcere, il maniaco sessuale di Mezzana è tornato a colpire ed è stato nuovamente arrestato dopo aver tentato di stuprare una donna di 34 anni che faceva jogging sulla pista ciclabile lungo il Bisenzio. Il fatto è avvenuto stamattina attorno alle 7,30 tra La Cartaia e Santa Lucia. Il maniaco, un trentenne rumeno senza fissa dimora, pluripregiudicato per rissa, furto aggravato e violenza sessuale, ha atteso la propria vittima nascondendosi all’uscita del ponte Romano e sorprendendola alle spalle. La donna è stata trascinata a terra e soverchiata dall’uomo, che ha tentato di strapparle la tuta e gli slip per violentarla. In soccorso della 34enne, che si è difesa con tutte le forze e ha urlato per richiamare l’attenzione, è arrivato dopo circa due minuti un altro podista pratese di 66 anni che ha chiamato il 113 e messo in fuga il violentatore, allontanatisi in bicicletta verso il centro. Le pattuglie di polizia e carabinieri sono state dirottate in zona; l’uomo è stato prima avvicinato in piazza Europa, poi definitivamente catturato in viale Montegrappa. Il maniaco è stato riconosciuto senza ombra di dubbio sia dal testimone che dalla vittima, la quale ha formalizzato denuncia e non ha voluto ricorrere a cure mediche. Il trentenne rumeno è stato arrestato e portato nel carcere della Dogaia, da cui era uscito appena dieci giorni fa dopo aver scontato due anni e mezzo di reclusione a fronte di una condanna di tre anni. L’uomo era stato riconosciuto colpevole dei numerosi agguati e violenze sessuali avvenuti a Mezzana fra l’ottobre e il dicembre 2008.

3 Commenti

  1. rimandatelo nel suo paese…in 2 3 anni si è reso conto ke sta meglio dentro,ci credo,a spese nostre …. e poi la ciclabile è piena di gentaccia ci vuole piu controllo….piu tosto che multare la gente per sciocchezze tipo una sosta o mancato del bigliettino assicurazione sul vetro della macchina….ke schifoooooo!!!!!

  2. Un po’ di anni fa sulla ciclabile si vedevano girare i vigili urbani in bicicletta, perlomeno una parvenza di controllo c’era. Ultimamente non ne ho più visti, che fine hanno fatto? Comunque è vero, ci vuole più controllo con tutti gli avanzi di galera e “i senza scrupoli” che popolano le nostre strade, io non mi sento affatto tutelata.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*