Bagni senza allacciamento idrico, sigilli a internet point in pieno centro storico

Sigilli per un internet point in pieno centro storico. Il sequestro amministrativo dei locali, eseguito ieri dalla Polizia Municipale e dalla Questura di Prato, è partito dalla richiesta di reintestazione della licenza da parte del nuovo gestore, un cittadino pakistano di 36 anni, che aveva rilevato l’attività. Gli accertamenti hanno evidenziato la mancata rispondenza dei locali ai requisiti previsti dal Regolamento Comunale per i Phone Center e gli Internet Point, in particolare l’assenza di allacciamento idrico che ha reso inidoneo l’uso dei servizi igienici, oltre alla mancanza di un’area di attesa per i clienti.
Il numero degli internet point in città era stato notevolmente ridimensionato tra il 2009 ed il 2010, quando i controlli della Polizia Municipale e della Questura avevano determinato la chiusura di numerose di queste attività, esercitate in locali non corrispondenti alla normativa.

Sigilli per un internet point in pieno centro storico. Il sequestro amministrativo dei locali, eseguito ieri dalla Polizia Municipale e dalla Questura di Prato, è partito dalla richiesta di reintestazione della licenza da parte del nuovo gestore, un cittadino pakistano di 36 anni, che aveva rilevato l’attività. Gli accertamenti hanno evidenziato la mancata rispondenza dei locali ai requisiti previsti dal Regolamento Comunale per i Phone Center e gli Internet Point, in particolare l’assenza di allacciamento idrico che ha reso inidoneo l’uso dei servizi igienici, oltre alla mancanza di un’area di attesa per i clienti.
Il numero degli internet point in città era stato notevolmente ridimensionato tra il 2009 ed il 2010, quando i controlli della Polizia Municipale e della Questura avevano determinato la chiusura di numerose di queste attività, esercitate in locali non corrispondenti alla normativa.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*