Canne da pesca e linee elettriche: torna a Prato
la campagna di Enel e della FIPSAS

“Un bravo pescatore tiene d’occhio la corrente”. Con l’inoltrarsi della stagione estiva e in occasione dei Mondiali di pesca sportiva che dal 28 agosto al 4 settembre coinvolgeranno varie province toscane, riprende anche in tutta la provincia pratese la campagna di sensibilizzazione, promossa da Enel e FIPSAS regionale, per l’uso sicuro delle canne da pesca al carbonio. Tale materiale è molto utilizzato dai pescatori ed è un ottimo conduttore di elettricità: ecco perché va usato con la massima accortezza in modo particolare se il pescatore, come spesso accade, si trova immerso nell’acqua. La pesca sportiva è un’attività piacevole e distensiva ma, come ogni altro sport, va praticato seguendo alcune semplici ma fondamentali regole di sicurezza. La regola principale di sicurezza è tenersi a debita distanza dalle linee elettriche. I pescatori più esperti conoscono bene questa avvertenza indicata anche sulle canne a fibra di carbonio, ma vale sempre la pena ricordare questa precauzione a beneficio dei più giovani o dei pescatori che svolgono tale attività in modo occasionale. Per pescare in sicurezza è necessario prestare sempre la massima attenzione all’ambiente circostante e seguire alcuni semplici accorgimenti, come per esempio:
non tenere mai la canna da pesca montata durante gli spostamenti da un luogo di pesca a un altro;
esaminare attentamente l’ambiente in cui si vuole pescare prima di montare la canna, accertandosi dell’eventuale presenza di linee elettriche;
in ogni caso non usare mai la canna da pesca a meno di 30 metri da linee elettriche di ogni genere.
Semplici precauzioni, come si può notare, ma che possono evitare incidenti e in molti casi salvare la vita.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*