Cap rileva Lazzi e si allarga
ma deve fare i conti con la gara
unica regionale


I passeggeri non se ne saranno accorti, ma dal primo agosto la Cap ha tagliato un traguardo storico: con laforma dell’affitto di ramo di azienda ha infatti rilevato dalla Lazzi la gestione del trasporto pubblico locale che l’azienda pistoiese effettuava a Prato ed Empoli. L’operazione consente a Cap di realizzare un vecchio sogno: gestire in esclusiva l’intero bacino storico della provincia di Prato, e proseguire lo sviluppo nella provincia di Firenze, già avviato con il possesso del 33% delle quote di Linea, società i cui azionisti sono Ataf (34%) e i francesi di Rtp (33%). L’espansione di Cap continua con un’altra intesa raggiunta con Lazzi, anche questa già operativa. “Si tratta della creazione – assieme a Lazzi – di una nuova società, Lazzi srl, dove Cap detiene la maggioranza con il 53% delle quote e che gestisce il trasporto pubblico locale di Lazzi a Terranuova Bracciolini (Arezzo), Pistoia e Lucca. E’ questo un passo fondamentale per lo sviluppo di Cap nell’ambito del trasporto pubblico locale in Toscana” – spiega Giuseppe Gori, presidente di Cap.
Il consolidamento di Cap, socio di punta della Compagnia toscana trasporti, dovrà confrontarsi con la gara unica del trasporto pubblico regionale che già dal prossimo anno assegnerà per nove anni circa 3 miliardi e mezzo di euro. Una gara sulla quale si stanno concentrando gli interessi delle compagnie straniere  e che a bando prevede una misura proibitiva per Cap: la possibilità per il soggetto vincitore – sia esso cooperativa, consorzio, o associazione temporanea di imprese – di doversi trasformare in un’unica società di capitali.

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
shiro
shiro
10 anni fa

La CAP a rilevato la Lazzi per consolidare il tpl sul territoiro ma dopo appena 6 mesi ha messo a casa 18 lavoratori sulla provincia di lucca, complimenti al presidente Gori e alla sua megalomania