Dematerializzazione degli atti, la Provincia risparmia 200 mila pagine di carta

Documenti digitali, anzichè cartacei. Il progetto di dematerializzazione degli atti dirigenziali ha consentito alla Provincia di Prato di risparmiare 200 mila pagine, in pratica 4 metri cubi di carte, sostituite da documenti e firme digitali, che possono essere inseriti in appena 3 dvd.

“Oltre al contenimento dei costi e al risparmio di carta, i benefici di questa operazione sono anche altri – spiega l’assessore Alessio Beltrame – Per esempio l’automazione della pubblicazione all’Albo Pretorio on-line, un servizio migliore anche per il cittadino”.

Altri vantaggi sono la maggiore velocità nei passaggi delle pratiche degli uffici, la certezza della localizzazione delle stesse grazie al tracciamento automatico, l’immediata conoscenza dell’esecutività degli atti con il servizio di notifiche automatiche. La Provincia si è inoltre dotata di sistemi per l’invio elettronico di documenti, con valore legale equiparato ad una raccomandata con ricevuta di ritorno.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*