Prevenzione incendi, fino al 15 settembre
il divieto di accensione fuochi

“Monitoraggio continuo, impegno costante della rete di enti e associazioni di volontari, uniti alla prontezza di intervento, sono i punti di forza del piano provinciale antincendi che ha dimostrato l’efficacia del suo funzionamento in occasione degli interventi dei giorni scorsi. Ma è necessaria la massima collaborazione di tutti, non solo nel rispettare il divieto assoluto di accensione fuochi nei boschi, e nel raggio di 200 metri, fino al prossimo 15 settembre, ma anche nell’evitare comportamenti che potrebbero favorire lo sviluppo di focolai.” Lo ricorda l’assessore alla Protezione civile della Provincia Stefano Arrighini che sottolinea l’estensione del divieto anche a distanze maggiori di 200 metri dopo le 10 del mattino, mentre gli ‘abbruciamenti’ di residui di ripuliture e potature dei castagneti da frutto sono consentiti solo fino alle 9. Proibito in ogni caso accendere fuochi in presenza di vento intenso, disposizione che vale per tutto l’arco dell’anno. In base alla legge regionale 39/00 ai trasgressori saranno applicate sanzioni che partono da un minimo di 240 e arrivano a un massimo di 2.066 euro. In caso di incendio è necessario segnalare i focolai al Centro operativo provinciale, che ha sede nel Comando del Corpo forestale di via Galcianese 20/L. Il servizio è attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20 fino al 15 settembre e comunque per tutto il periodo di pericolosità di sviluppo di incendi. Il numero per le segnalazioni è 0574 28926 (nelle ore serali e notturne c’è il numero verde 800.425.425 della Sala operativa della Regione Toscana).

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*