Rinnovata la convenzione per la concessione
delle palestre degli istituti superiori

Copre più o meno l’intero arco di attività sportive l’offerta proposta da una trentina di associazioni all’interno delle palestre delle scuole superiori pratesi. Anche quest’anno la Provincia ha infatti rinnovato la convenzione che concede in uso gli spazi degli istituti e lo ha fatto dopo un incontro con i presidi, ascoltando e incrociando le istanze, nell’ottica di una sempre più ottimale collaborazione. “Manteniamo il nostro impegno per la diffusione della pratica sportiva con una particolare attenzione alla multidisciplinarietà e al ruolo sociale dello sport – sottolinea l’assessore Antonio Napolitano – Le palestre scolastiche svolgono una funzione di rilevante importanza nella promozione di attività differenziate a cui può accedere una notevole utenza di giovani, anziani e disabili”. L’offerta delle attività comprende i più tradizionali basket e volley, ma anche pattinaggio e tiro con l’arco, tennis tavolo, calcio a 5, scherma, ginnastica ritmica e artistica, danza e atletica leggera per arrivare alla capoeira e le filosofie orientali del thai chi chuan. “Incoraggiamo la pratica sportiva mantenendo invariate anche per quest’anno le tariffe” aggiunge Napolitano. Ma non solo. A conferma del valore sociale della convenzione alle associazioni che svolgono attività con bambini, disabili o terza età, viene applicato un canone di locazione ulteriormente ridotto del 50%. Le tariffe sono differenziate in base alla tipologia di struttura e ai sevizi offerti; si parte dai 18 euro orari per la palestra del Keynes, 13 per quella del Buzzi, 11  per le palestre di Datini e Dagomari, fino a 8 euro per Livi, Copernico e palestrina del Keynes. Gli spazi sono concessi in regime di autogestione, con apertura, chiusura e pulizie dell’impianto a carico delle società sportive, le attività si svolgeranno in orario extra-scolastico.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*