Cala la cassa integrazione in Toscana.
Il dato migliore a Prato

La Cgil Toscana ha presentato l’esame dei dati sull’andamento della cassa integrazione in Toscana nei primi 8 mesi dell’anno rispetto al corrispettivo periodo 2010. Confermato un calo, come già evidenziato nei mesi scorsi, del 6%, con un crollo della cassa integrazione ordinaria, una lieve flessione di quella in deroga, ma con una preoccupante crescita di quasi il 10%, della straordinaria. La provincia che segna il dato migliore continua ad essere Prato (-29.5%) mentre tra le provincie colpisce l’aumento della provincia di Grosseto (+71%) e si conferma critico il dato di Pistoia (+29%) . Tra i settori bene il tessile con un calo di quasi il 30%, mentre continua a crollare l’edilizia.

1 Commento

  1. attenzione a questo dato. potrebbe essere illusorio..cala perchè è aumentato il lavoro, oppure cala perchè ci sono più italiani a spasso?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*