Cgil chiede soluzioni rapide su Estra

Oggi, ad Arezzo, si sono riuniti i comitati degli iscritti di Estra, le segreterie provinciali Filctem CGIL e le Camere del lavoro delle tre province di Arezzo, Prato e Siena per esaminare la situazione creatasi nel Gruppo Estra. Una situazione che, a parere della Filctem-CGIL, richiede soluzioni di grande qualità in tempi brevissimi. Il sindacato indica con forza le priorità da affrontare: un Consiglio di Amministrazione della capogruppo in piena efficienza e capacità operativa, anche in vista della imminente scadenza della gara di Prato; superare lo status quo relativo all’identificazione negli stessi soggetti del ruolo di controllore e controllato, dando continuità al percorso virtuoso già intrapreso in alcuni territori; lo snellimento del sistema Estra, che vede un numero eccessivo di società che, potrebbero essere accorpate o diventare rami di una unica azienda con indubbi vantaggi a parere della CGIL soprattutto sul piano della trasparenza e del risparmio di risorse.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*