TRASPORTO PUBBLICO LOCALE: COOPERATIVE CONTRARIE AL SOGGETTO UNICO

L’idea di un soggetto unico per il trasporto pubblico locale “é del tutto incompatibile con la realtà delle imprese cooperative”. Confcooperative, Legacoop, Confartigianato, Cna, Anav Toscana e Agci esprimono in una nota perplessità sulle dichiarazioni che arrivano dalla Regione in merito alla gara unica regionale per la gestione del trasporto pubblico. L’orizzonte della società unica infatti “non tutela la specificità delle imprese toscane”, accusano le cooperative, secondo cui “si rischia di perdere la professionalità delle piccole e medie imprese maturata in tanti anni di servizio”. Per le associazioni “é pregiudiziale che le aziende che si uniscono possano essere libere di scegliere le modalità, perché a favorire efficienza e risparmi sono le centralizzazioni di alcune funzioni, ma non la forma societaria”. Per questi motivi le cooperative “si affidano al confronto – conclude la nota – con tutte le parti interessate alla soluzione del problema, così da poter individuare le migliori soluzioni nell’interesse degli utenti, delle imprese e delle comunità locali”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*