CALCIO: PRATO AD ANDRIA PER LA PROVA DEL NOVE

Tre partite in otto giorni: domani la lunga trasferta ad Andria, mercoledì al Lungobisenzio contro il Latina e la domenica successiva di nuovo fuori casa con il Piacenza. E’ per questo che Vincenzo Esposito ha pensato bene di dosare le forze in vista di una settimana intensa ed impegnativa per la formazione biancazzurra. In questi casi il turn over è quasi d’obbligo, soprattutto se alcuni elementi importanti come Lamma, Pisanu e Scrugli devono fare i conti con affatticamenti muscolari e piccoli acciacchi. Meglio concedergli un turno di riposo per riaverli al top della condizione in vista del turno infrasettimanale. Ma guai a pensare che quella di Andria sia una gita. Esposito lo ha detto senza mezzi termini alla vigilia della gara. Il Prato ha bisogno di punti e di dare continuità alle ultime prestazioni, soprattutto quella che ha fruttato i primi tre punti in campionato contro il Pergocrema. Un Prato dinamico e aggressivo: è quello che chiede Esposito contro un avversario, l’Andria, che finora ha perso una volta sola con la Cremonese che invece le ha vinte tutte. Ad Andria il Prato potrebbe scendere in campo con Layeni fra i pali; Manucci, Patacchiola, Serafini e De Agostini in difesa; a centrocampo Geroni, Fogaroli e Gori con il possibile inserimento a sorpresa di Piantoni; in attacco Silva Reis e Marongiu dietro a Pesenti.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*