Il Comune di Prato stanzia oltre 163mila euro
per aiutare chi si trova in stato di estrema povertà

Oltre 160 mila euro da destinare al contrasto dell’estrema povertà, cercando di dare la migliore risposta possibile al territorio nonostante un periodo di tagli dal governo e dalle regioni. La ripartizione delle risorse comunali voluta dall’assessore al sociale Dante Mondanelli (nella foto) per i mesi di ottobre, novembre e dicembre 2001 cerca di sostenere tutte quelle categorie in difficoltà: dai senzatetto, a coloro che non arrivano alla fine del mese, alle donne sole con figli a carico o vittime di violenza, agli ex detenuti con problematiche di reinserimento sociale. Nello specifico sono stati assegnati 70 mila euro alla Solidarietà Caritas onlus, 31 mila all’associazione Giorgio La Pira, 10 mila al Centro di aiuto alla vita, 39 mila fra le cooperative Ester e Alice e 12 mila all’associazione Arci comitato territoriale di Prato. L’assessorato assieme alle associazioni è intenta a prepararsi al meglio per l’emergenza freddo e a breve dovrebbero esserci a disposizione delle persone in difficoltà altri 15 posti letto. Mondanelli comunque non nasconde una certa preoccupazione in vista del 2012, ma tiene a sottolineare come nel bilancio di quest’anno sono stati confermati gli stessi fondi di quello precedente. «Il sostegno del Sociale, soprattutto in un periodo di crisi come quello attuale, è prioritario per l’Amministrazione comunale – afferma l’assessore Mondanelli – Anche in un momento non certo florido per le casse comunali siamo riusciti a trovare delle risorse importanti per aiutare chi si trova in condizioni di grave disagio, seguendo le direttive impostate dal sindaco Roberto Cenni. Questo anche grazie a tutti componenti della giunta comunale, che hanno rinunciato ad una parte delle risorse a loro assegnate per finanziare i progetti di loro competenza per poter far confluire i fondi per il sociale. Per la condivisione di queste scelte ringrazio anche la maggioranza che sostiene questa Amministrazione e le Commissioni consiliari». «Le finanze degli enti locali nel 2012 certo non miglioreranno – continua Mondanelli – ma noi cercheremo sempre di fare il massimo, perchè il sostegno del Sociale viene prima di tutto e perchè unendo le forze presenti sul territorio possiamo fare molto».

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*