La casa adibita a fabbrica sequestrata dalla polizia municipale

Un’abitazione nel centro di Casale adibita a laboratorio di confezione, con le macchine da cucire piazzate nell’ingresso-soggiorno, la merce sulle scale, e il tavolo da cucina usato per le operazioni di piegatura e imbustamento. È quanto ha scoperto stamani la polizia municipale, nel corso di un controllo scaturito da una segnalazione. La donna che vive nell’appartamento, una cinese di 49 anni, aveva allestito la soffitta con i tipici dormitori per gli operai. I vigili urbani hanno provveduto al sequestro dei locali e dei macchinari presenti.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*