Ponte Manetti. In mostra i progetti per
la ricostruzione

Il ponte Leopoldo II, meglio conosciuto come ponte Manetti dal nome del suo costruttore, è un’opera strategica per il collegamento fra le Cascine di Tavola e il parco della villa medicea di Poggio a Caiano. Andato quasi completamente distrutto dopo la seconda guerra mondiale, rimangono solo due piloni di pietra a fronteggiarsi sulle sponde del fiume Ombrone fra i comuni di Prato e Poggio (per la ricostruzione del ponte la Provincia ha indetto nei mesi scorsi un concorso internazionale di progettazione che ha avuto una grandissima risposta di partecipazione). Sono stati 127 gli elaborati, presentati da altrettanti professionisti, che adesso diventano materiale per una mostra ospitata dal 13 ottobre al prossimo 20 novembre negli spazi delle Scuderie medicee di Poggio. Ma non solo. La particolarità del concorso di progettazione sarà anche il tema del convegno che sempre il 13 ottobre si terrà nella sede delle Scuderie medicee di Poggio e vedrà la partecipazione di istituzioni, progettisti, tecnici e ordini professionali.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*