Striscioni sulla Sr 325 per protestare contro
i lavori fermi

Tornano di nuovo gli striscioni di protesta sulla Sr 325. Nel mirino i lavori non finiti del primo lotto, ma, più in generale, anche la sicurezza della principale arteria di collegamento tra la città e la Val di Bisenzio. Stamani un grosso striscione con la scritta: “Lavori ancora fermi. Basta!!!” è stato posizionato dagli aderenti alla lista civica La città per noi all’interno del cantiere alla Cartaia, quello ormai fermo da tempo dopo il fallimento della ditta aggiudicataria dell’appalto. E alla protesta si è subito unito anche il Comitato Sr 325 che, attraverso il vicepresidente Giovanni Innocenti, rincara la dose: “Non vediamo nulla di finito su questa strada – dice – i lavori iniziano e poi, per mille motivi, non vengono mai finiti. Basta pensare a La Briglia dove per tre settimane non si è visto nessuno e anche a Gabolana il cantiere è stato fermo a lungo”. A questo si aggiungono poi i problemi di sicurezza, evidenziata dai numerosi incidenti avvenuti nelle ultime settimane. E anche ieri sera, intorno alle 23, un pedone ha denunciato di aver rischiato l’investimento mentre attraversava alla strettoia di Usella.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*