WORKSHOP FILATI A TOKYO: RIFLETTORI PUNTATI
SUL DISTRETTO PRATESE

Filati

FilatiFilati e tessuti pratesi saranno protagonisti di una due giorni all’Incubator del Bunka Fashion College di Tokyo, che si rinnova anche per questo autunno quale fulcro di una serie di iniziative legate al tessile pratese in Giappone. La Camera di Commercio di Prato, in collaborazione con il Consorzio Promozione Filati, ed il contributo di Regione Toscana e Toscana Promozione, ha infatti organizzato il Workshop Filati Toscani, che si snoderà durante i giorni del 31 ottobre e del 1 novembre. L’evento, al quale prenderanno parte 11 aziende del territorio, si configura come una vetrina importante per i filati del distretto sul mercato nipponico. “Il mercato giapponese è sempre molto ricettivo nei confronti dei prodotti delle nostre aziende, per questo il workshop filati a Tokyo è diventato un appuntamento consolidato – commenta Carlo Longo, presidente della Camera di Commercio di Prato – Il coinvolgimento delle idee dei giovani stilisti delle scuole di moda, che impiegano filati e tessuti del distretto nelle loro creazioni, rende questo appuntamento molto importante per farci conoscere da un nuovo pubblico”. L’Incubator della prestigiosa scuola di moda giapponese Bunka Fashion College sarà allestito per l’occasione con gli stand delle aziende pratesi, che presenteranno le proprie collezioni. L’apertura dei lavori avverrà la mattina di lunedì 31 ottobre. Alle 14 del pomeriggio si terrà dunque il primo up-dating del programma sulle tendenze moda. Si svolgerà infatti il seminario a cura di Ornella Bignami, stilista e consulente internazionale di filati dello Studio Elementi Moda Milano, sulle tendenze autunno/inverno 2012/2013.  Un’ora dopo è prevista la performance moda “Feel The Yarn”, nel corso della quale sfileranno i capi ideati dalle scuole internazionali del progetto “Feel the Yearn”, realizzati con i filati delle aziende pratesi. “Per il quinto anno consecutivo, le aziende del CPF presentano i loro filati a Tokyo; è la conferma che il Giappone rimane ancora uno dei mercati più interessanti per i produttori di filato italiani;- aggiunge il presidente del CPF Francesco Lucchesi – si conferma che il valore aggiunto del “Made in Italy” che contraddistingue i nostri prodotti, è un fattore determinante per il successo delle nostre aziende in questo periodo di crisi generale dei mercati di tutto il mondo”. Il giorno successivo sarà aperto all’incubator e al Bunka, per il secondo anno consecutivo, anche lo spazio dedicato ai prodotti a marchio Cardato Regenerated CO2 Neutral. Il tema è quello di una foresta ecologica, con alberi da cui “sbocciano” i prodotti del marchio. La missione giapponese si concluderà con la tradizionale sfilata di metà anno realizzata dagli studenti del Bunka Fashion College. Si tratta di un momento estremamente seguito dal mondo della moda giapponese. I giovani studenti del Bunka Fashion College presenteranno la propria collezione moda, realizzata con i tessuti del distretto. Le aziende che parteciperanno al Workshop Filati sono: Filatura Papi Fabio, Filpucci, Gi.Ti.Bi. Filati, Ilaria, Industria Italiani Filati /Accademia, Lanificio dell’Olivo, Linsieme Filati, Manifattura Igea, New Mill, Pecci Filati, Pinori Filati. Le imprese che hanno fornito i tessuti per la sfilata dei capi realizzati dagli studenti del Bunka Fashion College sono Allegri R e F.lli, Furpile Idea, Leathertex, MTS Linea Abbigliamento, Menchi Tessuti, Pontetorto, Lineaesse, Lanificio Cangioli 1859, Marini Industrie, Linea Tessile Italiana.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*