A Prato la quinta edizione della
conferenza nazionale su PostgreSQL

Palazzo Vaj, sede della Monash University, venerdì 25 novembre diventa il centro della comunità internazionale di PostgreSQL, il più avanzato sistema open-source per la gestione di database e uno dei principali progetti di software liberi. L’occasione è il PGDay 2011, un evento organizzato dall’associazione culturale ITPUG (Italian PostgreSQL Users Group) con il contributo e patrocinio della Provincia di Prato. “Abbiamo deciso come Provincia di contribuire alla promozione e diffusione di strumenti liberi per l’uso dei sistemi informatici – sottolinea l’assessore a Innovazione della Provincia Alessio Beltrame – Strumenti che sono una valida alternativa a soluzioni proprietarie e che consentono la riduzione di costi e un maggiore accesso ai processi di innovazione.” Nel corso della giornata si terranno diciassette presentazioni organizzate in due sessioni parallele, una di carattere generale e l’altra per sviluppatori. Categorie interessate all’utilizzo di PostgreSQL sono le piccole e medie imprese, la pubblica amministrazione, ma anche scuole e università. Ospite d’eccezione di questa edizione Magnus Hagander, membro del Core Team di Postgres e presidente dell’associazione PostgreSQL Europe, che presenterà le novità della versione 9.1. Una sessione speciale, “lightning talk”, consentirà a tutti i partecipanti di condividere le proprie esperienze e progetti con Postgres. Per partecipare all’evento è necessario registrarsi online dal sito www.pgday.it.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*