Cassa integrazione per 77 dipendenti della tintoria Fiordiluce

Firmato questa mattina in Provincia l’accordo per la cassa integrazione straordinaria alla Tintoria Fiordiluce, che ha la sede a Prato e un’altra unità produttiva a Campi Bisenzio. La società presenterà istanza di cigs per crisi aziendale dal 17 novembre 2011 (con la durata di 12 mesi) e per un numero massimo di 77 lavoratori dipendenti, sia a riduzione di orario, che a sospensione a zero ore. Nella gestione della cigs verrà attuata la rotazione del personale ove possibile e in particolare l’azienda,  attraverso l’utilizzo di questo strumento, intende riposizionarsi su livelli di maggiore competitività economica e produttiva, perseguendo prospettive certe di continuità. L’accordo è stato sottoscritto da Franca Ferrara, dirigente del servizio Orientamento e lavoro della Provincia, da Stefano Tempestini e Carlo Brilli per la Tintoria Fiordiluce Srl, da Andrea Lo Rocco per l’Unione industriale pratese, Giancarlo Targioni per la Filctem-Cgil, Calogero Aronica per la Femca-Cisl, Angelo Colombo per la Uilta–Uil e dai rappresentanti dei lavoratori dell’azienda. Naturalmente è a disposizione dei lavoratori il programma di politica attiva del lavoro, attraverso lo Sportello emergenze e il Centro per l’impiego, finalizzato alla ricollocazione e riqualificazione con orientamento e formazione individualizzata per l’inserimento lavorativo, accompagnamento della persona e affiancamento della stessa nell’inserimento in una nuova attività.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*