Esce dal carcere e torna subito a spacciare: prima
di farsi arrestare di nuovo mette ko sei tra poliziotti e parà

Carcere

CarcereEra uscito dal carcere da appena 5 giorni ma già era tornato alla sua vecchia professione, vale a dire spacciare droga. Ieri sera è stato nuovamente arrestato e prima di farsi ammanettare ha fatto il diavolo a quattro, costringendo ben quattro poliziotti e due caporali della Folgore a ricorrere alle cure dei sanitari. Protagonista della movimentata serata è un marocchino di 20 anni, clandestino in Italia e molto prestante fisicamente, come è facile intuire dall’esito del suo arresto. Ieri sera, verso le 21.20, si trovava all’interno di una sala giochi in piazza Mercatale, quando nella struttura sono entrati per un controllo i componenti delle pattuglie miste Pegaso e Ovest. Alla vista dei poliziotti e dei parà, il giovane ha subito cercato di disfarsi di qualcosa ma è stato visto e bloccato: si trattava di un involucro con dentro una dose di eroina. A quel punto è stata chiamata una Volante per portare il giovane in questura. Ma il 20enne è riuscito a liberarsi e si è dato alla fuga tra le auto in sosta in piazza Mercatale. Al suo inseguimento si sono gettati subito i poliziotti e i parà, che a più riprese hanno tentato di placcarlo, senza successo per l’incontenibile violenza messa in atto dal corpulento straniero. Alla fine il giovane è stato bloccato mentre tentava di nascondersi sotto un’auto in via dei Tintori. E’ stato arrestato per i reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. I sei agenti e parà portati in ospedale sono stati giudicati tutti guaribili in 5 giorni.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*