19 Novembre 2011

Il Pd pratese aderisce alla raccolta di firme
per estendere i diritti di cittadinanza
degli immigrati


Una raccolta firme per chiedere “nuove norme sulla cittadinanza italiana” e il diritto di elettorato “senza discriminazioni di cittadinanza e di nazionalità”. Sono le due proposte contenute nella legge di iniziativa popolare, alla quale ha aderito anche il Partito democratico di Prato, che oggi pomeriggio ha allestito un gazebo per la raccolta di firme in via Garibaldi. A sottoscrivere le proposte di legge, c’erano i due parlamentari pratesi del Pd Lulli e Giacomelli, la segretaria Ilaria Bugetti, i due assessori provinciali Napolitano e Beltrame, il capogruppo in consiglio comunale Massimo Carlesi, e il responsabile immigrazione del Pd pratese Massimo Logli. Le proposte di legge sono il frutto della campagna “L’Italia sono anch’io”, lanciata da 19 organizzazioni della società civile, fra cui Acli, Arci, Caritas, Cgil, Emmaus, Libera e Migrantes. “Queste questioni, per una città come Prato – afferma Massimo Logli – devono diventare centrali nell’agenda delle forze politiche e sociali, consapevoli che il fenomeno delle migrazioni si affronta meglio affiancando alla richiesta di “doveri” elementi di inclusione e di estensione dei diritti”.

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
leopolda
leopolda
9 anni fa

io non sono d’accordo,quando rispetterranno le ns leggi se ne potrà riparlare!!!!!!!!!!!!!!