Immobile affittato senza agibilità. Scatta nuovamente il sequestro

Avevano nuovamente affittato il capannone sequestrato nel giugno 2010 durante un blitz interforze senza che l’immobile avesse ancora ricevuto l’agibilità. Per questo motivo i due proprietari italiani dello stanzone sono stati denunciati e il capannone è stato di nuovo posto sotto sequestro penale. Il controllo è scattato ieri mattina, quando la polizia municipale ha ispezionato un magazzino nella zona di Maliseti, sul quale pendeva ordinanza sindacale di inagibilità e sgombero. Lo stanzone era stato infatti sequestrato nel giugno 2010. Contestualmente all’avvenuta demolizione delle opere abusive interne e del successivo dissequestro, l’immobile era stato dichiarato inagibile con ordinanza sindacale che ne vietava l’utilizzo fino al riottenimento della nuova agibilità. Ma i proprietari,  dopo aver effettuato lavori di ripristino dei locali, avevano nuovamente affittato l’immobile senza attendere la nuova agibilità.
“Il sequestro di ieri – ha dichiarato l’assessore ala Sicurezza Aldo Milone – dimostra che questa attività di controllo funziona e mi auguro che possa rappresentare un deterrente per tutti gli altri proprietari di immobili che facendo i furbi cercano, dopo il sequestro, di riutilizzare gli immobili affittandoli. Questo controllo dimostra come la Polizia municipale sia molto vigile nel far rispettare le ordinanze sindacali di inagibilità”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*