Pallamano: battuta d’arresto per l’Ambra Poggio
a Caiano, vince invece Prato

Ambra Poggio a Caiano sconfitta nello scontro diretto per la salvezza con il Teramo. La squadra di Morlacco manca ancora un a volta l’appuntamento con la prima vittoria casalinga e rimedia un brutto k.o. che la lascia a quota 3 punti in classifica. Brutta serata per i medicei, che hanno un’unica fiammata intorno alla metà del primo tempo, quando riescono a portarsi in vantaggio di 4 reti (11-7 al 20′). Poi, però, è tutta una rincorsa al Teramo che scappa prima dell’intervallo e si fa raggiungere solo in una occasione, al 16′ della ripresa, quando Dei segna il gol del 22-22. Poi, però, l’Ambra si smarrisce di nuovo ed è clamoroso quando i poggesi non riescono a sfruttare una triplice superiorità numerica, finendo per subire addirittura un gol. Grande rammarico al termine nel clan mediceo che non ha potuto contare ancora, in questa occasione, sull’apporto del nuovo acquisto Basic, che non ha ottenuto il transfer per scendere in campo.
Tutto facile, invece, per il Prato che sbanca il palazzetto di Scandicci, interrompe la serie negativa di due partite consecutive e in una serata centra i tre punti e una prestazione di grande spessore. Non hanno sbagliato nulla i ragazzi di Sergio Cavicchiolo, spinti da un Lorenzo Bisori che tra i pali è stato semplicemente monumentale: primo tempo strepitoso, con percentuali di parate da autentico ‘muro’. Biancazzurri spronati anche da un Matteo Fondelli precisissimo in attacco, autore di sette reti nella prima mezzora. Tavarnelle dunque annichilito all’intervallo, con il Prato avanti 14-5 al riposo. Prato che non ha più potuto contare su Borgi, uscito a causa di un infortunio ad un dito. Nella ripresa, da segnalare le espulsioni a Carpini e Patrizio Gori. Prato capace di gestire il vantaggio e di conquistare tre punti importanti.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*