Scoperta un’altra bisca in via Pistoiese: nell’appartamento otto tavoli verdi e identificati 33 cinesi

A conferma che la passione dei cinesi per il gioco d’azzardo è davvero irresistibile, anche la polizia ha scoperto ieri una bisca clandestina, allestita in un appartamento di via Pistoiese. Il blitz fa seguito a quello analogo compiuto dai carabinieri in via Erbosa (vedi articolo), sempre nella giornata di ieri. Stavolta, tra l’altro, la bisca era operativa in pieno giorno. Anzi, sono state proprio le grida dei giocatori a tradirli. Verso le 16.30, infatti, è arrivata alla centrale operativa del 113 la segnalazione di una probabile lite in atto in un appartamento all’ultimo piano di una palazzina di via Pistoiese. Sul posto sono intervenute alcune pattuglie della Volante, pronte ad affrontare un gruppo di litiganti. Invece, quando i poliziotti sono entrati nell’appartamento, si sono trovati davanti ad una scena degna del miglior casinò: in tre stanze era allestiti otto tavoli verdi dove numerosi cinesi erano intenti a giocare d’azzardo sia a carte sia a ma jong. Ovunque tessere e carte da gioco. C’erano anche alcune donne, che stavano in cucina. Qualcuna ha anche cercato di nascondersi nel sottotetto. Alla fine i poliziotti hanno contato e identificato 33 cinesi, sei dei quali risultati privi di permesso di soggiorno e per questo denunciati. Altri 22 cinesi, quelli colti a giocare, sono stati invece denunciati per pratica del gioco d’azzardo. Sequestrata tutta l’attrezzatura del gioco e anche un’agenda sulla quale erano annotati i nomi dei giocatori con le cifre puntate. In cucina è stato invece trovato il “fondo cassa”, chiuso con un lucchetto e con dentro 2mila euro in contanti. La polizia ha posto sotto sequestro anche l’appartamento per il quale sono tuttora in corso gli accertamenti per risalire alla proprietà.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*