Gioielliere pratese picchiato da due banditi

Il gioielliere si ribella, reagisce ai rapinatori e li mette in fuga riuscendo a sventare la rapina nel suo negozio di Firenze, in via di Brozzi. L’episodio risale a ieri pomeriggio. L’orafo, 52 anni, abitante a Prato, è stato assalito da due sconosciuti che sono entrati nel laboratorio fingendosi normali clienti. Lo hanno picchiato con pugni ma lui ha reagito riuscendo a uscire dal negozio e quindi a chiedere aiuto. A questo punto i rapinatori sono fuggiti, riuscendo comunque a portare via alcuni gioielli, il cui valore resta ancora da quantificare. Sull’episodio indagano i carabinieri, intervenuti subito dopo. Il gioielliere è stato curato al pronto soccorso e ha riportato dieci giorni di prognosi per i traumi alla faccia e per una ferita lacerocontusa al mento, uno dei due malviventi si era già presentato nel negozio la mattina: con la scusa di dover fare un regalo, si era fatto mostrare della merce. Sempre secondo quanto raccontato dalla vittima, i rapinatori potrebbero essere probabilmente originari dell’Est Europa, anche se sembra che fingessero di parlare spagnolo.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*