Stefanino d’oro 2011, GI. Metal: da Montemurlo
agli Usa, un esempio di diversificazione

A volte le intuizioni migliori nascono quando meno te l’aspetti. Nel caso di Marco D’Annibale, brillante titolare della GI. Metal di Montemurlo, l’idea che gli ha permesso di far decollare la sua azienda è scaturita una notte del 1989, durante una guardia nel periodo del servizio militare. L’intuizione è stata quella di cominciare a costruire pale per la pizza. Così l’azienda di famiglia, nata nel 1986 per fare carpenteria metallica, ha preso il volo, diventando leader a livello nazionale nella produzione di utensili professionali per la ristorazione, come
carrelli di servizio per alberghi e ristoranti, le pale per la pizza e il bauletto riscaldato per conservare costante la temperatura delle pizze durante la consegna a domicilio. L’azienda di via Popolesco, nella zona industriale di Oste, ha 20 dipendenti, fa affari in Italia, ma è sbarcata anche in America ed in Brasile. Sulle ali di uno dei
prodotti italiani per eccellenza, la pizza, la GI. Metal ha costruito la propria fortuna nel mondo. Gli Stati Uniti sono il primo paese mondiale per numero di pizze consumate e il Brasile il secondo. Così il passo naturale è stato lo sbarco dell’azienda nel 2005 con una sede in America e quest’anno con una seconda in Brasile.
In un periodo in cui la crisi morde, l’azienda di Montemurlo nel 2010 ha incrementato il proprio fatturato del 40%. GUARDA IL VIDEO.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*