23 Ottobre 2014

Aeroporto di Peretola, il comitato per il sì incontra il sindaco: “Vantaggi dall’ampliamento superiori al temuto impatto ambientale”


Prima iniziativa del neonato “Comitato pratese per il sì a Peretola”, che conta già una cinquantina di adesioni e si candida ad essere l’altra campana nel dibattito sull’ampliamento dell’aeroporto di Firenze. Una delegazione formata da Vittorio Giugni dell’associazione Liberamente, l’architetto Tommaso Caparrotti e dall’imprenditrice Simona Ciardi, ha incontrato stamani il sindaco Matteo Biffoni per illustrargli il proprio punto di vista. I promotori sostengono infatti che a Prato ci sia una larga fetta di persone che è favorevole all’espansione dello scalo fiorentino. Le ragioni sono molteplici, a partire dalla ricaduta positiva che la nuova infrastruttura potrebbe avere sul territorio, in termini economici e di sviluppo. “Il nostro obiettivo – spiegano Caparrotti e Ciardi – è cercare di contrattare il più possibile per ottenere il maggior numero di servizi e benefici per Prato in un contesto di area vasta: dai collegamenti ai posti di lavoro. Il sindaco è consapevole che in città non c’è un’opinione omogenea su questo tema ed ha visto di buon occhio l’idea di realizzare una tramvia, che raggiunga Prato e alleggerisca il traffico verso Firenze”. I promotori hanno proseguito smentendo alcune notizie diffuse dai comitati del no, come per esempio il fatto che con la nuova pista di Peretola arriverebbero a Firenze i Boeing 747. “E’ una balla – sostiene Giugni accusandoli di generare inutile allarmismo – per questa tipologia di velivoli ci sarebbe bisogno di una pista di almeno tremila metri. Gli aerei saranno sempre gli stessi, con la differenza che anziché partire semivuoti per alleggerire il mezzo e consentirgli di acquistare più velocità, potranno finalmente decollare a pieno carico di passeggeri e carburante ”. Come i comitati contrari alla realizzazione della nuova pista, invece, anche quello per il sì è d’accordo sul fare una seria valutazione di impatto ambientale sul progetto. “Siamo convinti che il bilancio sarà positivo e si riuscirà a dimostrare che l’impatto sarà comunque minore dei vantaggi – continua Giugni – se uno degli effetti prodotti è quello di aver bloccato 700 ettari di terreni agricoli che sarebbero potuti diventare edificabili, ben venga la nuova pista. E comunque, spostare sull’asse Firenze-Pisa circa 4 milioni di passeggeri l’anno, non significa ridurre l’inquinamento, presumendo che la maggior parte di loro si sposterebbe in auto” .

Subscribe
Notificami
guest
16 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
masino
masino
6 anni fa

Non conoscevo Giugni esperto di aeronautica .
Non si finisce mai di imparare !

luana
luana
6 anni fa

Cristo,fù tradito per 30 denari, poi ci sono persone che hanno venduto madri e sorelle in cambio di altri pochi denari! a costoro cosa hanno promesso in cambio della salute e della sicurezza dei cittadini Pratesi? forse qualche posticino politico?

pisolo
pisolo
6 anni fa

A me questo gruppetto d fautori del si mi puzza tanto di compasso e di grembiulino, ovvero di Massoneria. E mai possibile che la nostra societa’ no sia libera da certi condizionamenti?

alfio
alfio
6 anni fa

Ma il Giugni non era di Aria Pulita a San Giusto? Ora la gli va bene sudicia, l’aria? Non dico altro. Come si può sostenere che vi sia qualcuno favorevole alla nuova pista, che abiterà proprio sotto la nuova pista??? Vai vai, te e chi ti “pilota”…

Roberto
Roberto
6 anni fa

Già, giusto Alfio! Il Giugni è quello che ha cambiato dieci camicie. Era per l’Aria pulita, ora per l’aeroporto. Era verde, poi radicale. Poi con Taiti ha fatto vincere Cenni, poi cinque anni dopo ha votato per Biffoni… Ma come si fa ad avere questa faccia tosta?

pisolo
pisolo
6 anni fa

Se tu fossi un massone caro Alfio, sapresti che l’unico ideale che conta è il proprio tornaconto ed il tornaconto dei tuoi “fratelli” che ora si veste di rosso, ora di nero ora di verde a seconda di cosa ti importa. La cosa triste è che nel 2014 si sia condizionati ancora da queste congreghe. Speriamo nel futuro e nei giovani che ci liberino dal grande architetto dell’universo, dai compassi, dai grembiuli e dalle logge.

paolo
paolo
6 anni fa

E Bravo Giugni, che abita a Figline, lontano dalle rotte di atterraggio/decollo!

Tommaso
Tommaso
6 anni fa

Spero sia un errore di scrittura, oppure son loro a sparare balle: 4 milioni di passeggeri, dove?!?
Attualmente i due aeroporti ne mobilitano già 3 milioni all’anno, ma le prospettive di Euerkan e Corporation America son di 10 milioni! un traffico giusto sensibilmente maggiore…

Elpo
Elpo
6 anni fa

Ma speriamo che tra i 10 milioni ci sia anche qualche bottegaio o cenciaiolo che riesca a capire come questa sia una risorsa per Prato. Indipendentemente da massoneria, parte politica o lobby. E io son nipote e figlio di cenciaiolo e bottegaia.

alfio
alfio
6 anni fa

Caro pisolo, io in effetti a volte sono un ingenuo nonostante l’età, ma amo così tanto la nostra bella zona che mi piange il cuore vedere il perpetrarsi di scempio su scempio… e non capire fino in fondo il perchè… e soprattutto in un periodo storico critico come questo, dove bisogna in tutti i modi risollevare questa società….. tutti parlano ma le azioni vanno in senso opposto, e le azioni sono quelle che contano.

Il pratesaccio
Il pratesaccio
6 anni fa

sOno d’accordo con pisolo.

Simona Benci
Simona Benci
6 anni fa

Esempio di massoneria “deviata”
Poveracci …..

Antonio
Antonio
6 anni fa

Mi sento sollevato nel constatare che ci sono ancora persone oneste e che ragionano con la propria testa! Il mondo si divide in due categorie: i bugiardi che propinano menzogne per il proprio interesse e gli ignoranti pilotati dai primi. Succede in politica, così come per i mussulmani fanatici! Tornando a Peretola, era sufficiente dare un’occhiata al progetto della nuova pista per capire che ad esempio gli aerei non avrebbero sorvolato Prato, e che a somministrare agli ignoranti una tale bufala non potevano essere che gli speculatori di vario genere!

Antonio
Antonio
6 anni fa

Ben venga il comitato per il sì! Condivido il commento di Elpo, mentre invito gli altri a documentarsi un po’ e a non fare gli “islamici” ossia a riflettere con la propria testa!

Giove
Giove
6 anni fa

aeroporto necessario. chi dice che sorvolerà prato con incredibili problemi di inquinamento ambientale ed acustico s’informi bene. La declassata inquina trenta volte in più… ma informatevi dai..

Pao
Pao
6 anni fa

Per favore spiegate a codesti signori che glibaerei da Peretola sono sempre pieni e che lo vogliono ampliate per farcelibarrivare più grossi ed ancora più capienti. Evidentemente non hanno mai preso un aereo da Firenze quindi è ben che parlino quando hanno le idee più chiare.