15 Ottobre 2014

Nasce il Consorzio del Serraglio: oltre un centinaio le adesioni tra commercianti e residenti


La sfida della riqualificazione di via del Serraglio e delle strade limitrofe appassiona commercianti, residenti e professionisti del quartiere, che ieri sera, nei locali della parrocchia di Sant’Agostino, sono passati dalle parole ai fatti. Hanno partecipato numerosi al primo incontro organizzato dai promotori del progetto “Le Vie del Serraglio”, nel corso del quale, sono state gettate le basi per la nascita di un consorzio di cittadini sulla falsa riga del modello di Santa Trinita. La formula scelta è quella dell’associazione, la cui nascita sarà formalizzata a breve: sono già oltre un centinaio le adesioni raccolte.  Insomma, esercenti e abitanti che vivono questo angolo di centro storico non ce la fanno più a stare a guardare e lanciano un contenitore di idee per ridare slancio a tutta la zona, interessata da una moria di negozi e da fenomeni di degrado.

«L’idea di consorziarsi è nata per caso durante una cena tra amici, alla quale ci siamo trovati a manifestare il disagio di vivere certe situazioni che hanno coinvolto il quartiere – ha spiegato Alessio Pieraccini, uno dei promotori dell’iniziativa – se questo è il sentire comune, perché non cominciamo a fare qualcosa insieme per migliorare la situazione? Il Serraglio sarà il contenitore nel quale ognuno potrà portare la propria idea per cercare di dare un’impronta diversa alla zona».  Tra i relatori della serata anche Francesco Querci, chiamato a illustrare il cammino fatto dal Consorzio Santa Trinita, di cui è presidente, con la soddisfazione di poter dare un dato positivo relativo al saldo tra aperture e chiusure dei negozi.

Lo spirito che muove i soggetti consorziati è propositivo e mirato a trovare soluzioni nuove, attraverso progetti, iniziative ed eventi, per riqualificare le strade comprese nell’ambito territoriale a cui fa riferimento il progetto: via del Serraglio, via dell’Angiolo, piazza Sant’Elisabetta, piazza Sant’Agostino, via Bartolini, via della Stufa e via Guizzelmi. Una particolare attenzione sarà posta fin dall’inizio su Piazza Ciardi, che con molta probabilità sarà scelta per fare da cornice a uno dei primi eventi che verranno organizzati.

Le iniziative più imminenti saranno senz’altro quelle legate alle festività natalizie, in vista delle quali arrivano già le prime proposte, come quella lanciata da una residente di via del Serraglio: «Bisogna cominciare dal decoro – afferma la donna – il centro per essere attrattivo deve essere bello e quindi, ben arredato. La mia idea, che rivolgo a tutti i residenti, è di addobbare le finestre di casa con decori natalizi». L’esigenza dei commercianti è di rendere la zona più vivibile:«Serve più illuminazione – afferma il gestore del ristorante Casa Gori in piazza Sant’Agostino – ed eventi che riportino le persone a vivere questa zona del centro». Tra i problemi più sentiti ci sono quello della sosta selvaggia e dei sacchetti dei rifiuti lasciati per strada. In entrambi i casi è stato fatto appello al senso civico; per quanto riguarda invece situazioni legate al fenomeno dello spaccio, il Consorzio si pone come interlocutore principale della politica, chiamata mettere mano alla questione. La presenza tra gli aderenti di Ilaria Santi, presidente del consiglio comunale e residente, e quella del sindaco Matteo Biffoni tra il pubblico in platea, lascia sperare che la collaborazione dell’amministrazione comunale non mancherà.

 

 

 

 

 

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Giralacometipaee
Giralacometipaee
6 anni fa

Bella cosa, concordo pienamente. Non abito in centro, ma per recarmi a lavoro passo ogni giorno da via del Serraglio. E’ veramente triste e desolante, vedere come una zona centro della cittá sia così degradata anche di giorno. Io sono con voi e vi seguiró.