18enne “pratese” ruba mille euro dalla cassa di un negozio di Lucca: processata per direttissima ma è già libera

Una ragazza di 18 anni, domiciliata a Prato ma di origini bulgare, è stata scoperta a rubare mille euro dalla cassa di un negozio di Lucca in corso Garibaldi. La giovane approfittando della distrazione della titolare dell’esercizio commerciale ha rubato l’incasso ed è scappata. La donna insospettita dalla fuga della 18enne ha controllato che tutto fosse al suo posto, per poi scoprire che mancavano i soldi dalla cassa. E’ scattato così l’allarme alle forze dell’ordine. La ragazza è stata poi rintracciata da una volante della Questura e processata per direttissima. Il giudice l’ha condannata ad un anno e quattro mesi di reclusione, pena però sospesa.

5 Commenti

  1. Maaaaa perchè le nostre Leggi permettono a chi delinque di continuare a delinquere?!?!?!?

  2. Dire che la ragazza è pratese vi serviva per giustificare la notizia, ma l’avete virgolettato perché una bulgara pratese non la sarà mai. Questo si chiama razzismo strisciante.

  3. Elena, razzista sarai te. La ragazza è “domiciliata” a Prato non residente. Per questo nel titolo c’è “pratese”. Secondo te una di 18 anni prende il treno, va a Lucca, ruba in un negozio e torna a Prato? O forse è più probabile che viva a Lucca e che ha mantenuto il domicilio a Prato per motivi di convenienza?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*