Bonacchi (Forza Italia) su Peretola: “Cosa intende Rossi per compensazioni?”

“L’apertura del presidente della Regione, Enrico Rossi, sul tema delle non meglio precisate compensazioni a favore di Prato riguardo all’ampliamento e potenziamento dell’aeroporto di Peretola, sono sì una novità, ma fin troppo generica. Mi chiedo anche se si tratti veramente di un’apertura a un confronto serio e concreto sul problema che riguarda tutta la Provincia, qual è per Prato la realizzazione della nuova pista dello scalo fiorentino. Non vorrei che Rossi, come spesso accaduto in tutti questi anni rilasci dichiarazioni estemporanee legate all’emergenza del territorio in cui si trova in quel momento, senza poi far seguire fatti concreti.
Cosa intende Rossi con il termine compensazioni: è questo l’elemento chiave sul quale è necessario interrogarci tutti. Ma soprattutto: ora che Biffoni siede al tavolo decisionale – chiede ancora il consigliere provinciale Bonacchi – cosa intende chiedere a Rossi, sempre che Rossi non abbia già cambiato idea?
Senza risposte a queste due domande, ho il timore che l’ennesimo annuncio di Rossi e il ruolo di Biffoni, si trasformino in un gioco delle tre carte, col risultato che Prato e i Pratesi saranno becchi e bastonati”

Andrea Bonacchi

Cons. prov. Forza Prato

 

6 Commenti

  1. Intende che se tu sei di Prato o della provincia tu hai diritto ad uno sconto del 30% sui voli nazionali e del 50% sui voli internazionali in partenza da Peretola per compensare l’aumento delle patologie tumorali e non tumorali che avverra’ a danno degli abitanti della piana dopo la messa in funzione della pista parallela. E non è poco! Perchè se tu pensi che in cambio di un tumore al polmone tu puoi risparmiare oltre 100 Euro per volare a Parigi o risparmiare un’ora di auto per andare a Pisa (pensate a quanto costa la benzina!), e che in cambio di questi servizi irrinunciabili ti distruggono solo l’ecosistema della piana, bisognerebbe benedire questi disinteressati benefattori della popolazione che si fanno carico di un siffatto onere per il bene della comunita’!

  2. Bonacchi fino a poco tempo addietro e si trovano ancora gli articoli in rete, parlava a favore dell’ampliamento dell’aeroporto di Peretola…forse lui le ha già avute le compensazioni….complimenti vivissimi per la coerenza…

  3. Una cosa è ampliare l’aeroporto di Peretola, altra cosa è ampliarlo così.
    Una cosa è certa: nel caso in cui venisse fatto lo stesso, con o senza il ricorso al Tar, credo che la Regione debba dirci se dobbiamo essere gli UNICI a rimetterci (per via dell’orientamento, dell’unidirezionalità e della lunghezza della nuova pista, oltre all’aspetto urbanistico, infrastrutturale, sanitario…), oppure se le “compensazioni” riguardano, ad esempio, anche interventi in termini ambientali e, perchè no, opere pubbliche.
    Non possiamo quindi permettere che i Pratesi siano “becchi e bastonati”, come spesso accaduto.

  4. Scusatemi, forse mi sbaglio, ma questa variante al PIT in Regione non è passata forse con qualche voto proveniente da destra, che ha compensato (e qui si tratta di vera compensazione) qualche voto mancante della sinistra (ad esempio quello dell’ex sindaco Mattei)?
    Ma di cosa stiamo parlando? …..

  5. Il centro studi Prato 2.0 ha parlato a suo tempo di compensazioni ed ha ritenuto interloquire con rossi per capire le intenzioni dellocstesso verso ka citta di prato. Nel primo incontro in regione con lo staff impegnato nel programma elettorale del governatore abbiamo depositato il nostri progetto ed abbiamo fatto presente che questa citta non può essere abbandonata lasciandole solo problemi. Da qui l’idea di stilare un elenco di 12 necessita della citta che poi sono diventate 25.. Fermo restando che le attenzioni verso le modalità di ampliamento dell’aeroporto devono essere orchestrate ascoltando Prato negli opportuni tavoli sia per i problemi relativi al rumore, ambiente,scorie e orientamento pista.
    Se interessa approfondire l’argomento segheriamo di analizzare il nostro programma
    (http://www.centrostudi.prato.it/)

  6. Noi siamo becchi e bastonati da parecchio tempo, e chi se ne rende conto siamo noi cittadini di prato che tutti i giorni dobbiamo subire rumori per fare un favore a firenze; è ciliegina sulla torta adesso ci si mette l’escalation di insicurezza. certo per firenze gli agenti ci sono, per prato no.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*