Caso Canovai, Milone: “Perchè Biffoni non ha avuto lo stesso atteggiamento con i vertici di Consiag?”

Dopo che è apparsa la notizia della richiesta di rinvio a giudizio per il Presidente di Asm, Alessandro Canovai, da parte della Procura della Repubblica di Catania per fatti non inerenti al suo operato come Presidente dell’azienda pratese ma come dirigente della ditta umbra dove prestava la sua opera, il Sindaco Biffoni, unitamente al suo partito, si è subito scandalizzato al punto di chiedere quasi le dimissioni perchè, secondo loro, è venuto meno il rapporto di fiducia. Mi chiedo però perchè non c’è stata altrettanta sollevazione con i vertici del Consiag-Estra che stanno per essere rinviati a giudizio per fatti ben più gravi. Questi vertici hanno addirittura remato contro il Comune di Prato, tra l’altro socio dello stesso Consiag, creando danni economici notevoli per svariati milioni di euro e ponendo in atto comportamenti per impedire la gara del gas. Noto inoltre un atteggiamento contraddittorio in materia da parte dello stesso Sindaco Biffoni che, come rappresentante del Comune, si è costituito come parte civile nel procedimento a carico dei predetti vertici. Se ci si costituisce come parte civile, doveva essere conseguenziale anche la richiesta di dimissioni perchè, e lo ripeto, il Comune è anche socio di Estra-Consiag. Questi, come si suol dire, sono i misteri della vita.

Aldo Milone
capogruppo Pls

3 Commenti

  1. Sai perchè non ha avuto gli stessi atteggiamenti con i vertici del Consiag? Perchè è una persona intelligente e sa di chi si puo’ fidare e di chi no.La risposta alla tua domanda è di una semplicita’ sconcertante, Milone e solo una visione distorta delle cose ed una voglia di protagonismo ad ogni costo puo’ portare a certe domande

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*