Dametto e Fanucchi castigano il Forlì nel recupero e il Prato torna a volare

Vittoria sofferta per il Prato, che nel recupero regola un Forlì mai domo con le reti di Dametto e Fanucchi. Ma andiamo con ordine. Prato a caccia di riscatto. Forlì in cerca di continuità. Ne viene subito fuori una sfida vibrante al Lungobisenzio.  Al 3′ primo guizzo dei biancazzurri con un bel cross dalla destra di Fanucchi che pesca Bocalon quasi al limite dell’area: il piatto al volo della punta locale però non inquadra lo specchio della porta. Nei primi minuti il Prato fa girare bene il pallone e mantiene il cotrollo del match. Al 12′ altra occasione ghiotta per i ragazzi di Esposito, con Rubino che intercetta in pressing un pallone al limite dell’area e va a concludere a botta sicura, calciando troppo centralmentee favorendo la respinta di piede di Scotti. Il Forlì si rendere pericoloso al 15′ con una botta da fuori di Arrigoni, ben servito da Melandri, ma  il pallone termina alto sopra la traversa. Al 29′ l’episodio che cambia  l’inerzia del match: cross di Cavagna, sponda di petto di Fanucchi per Rubino, che viene messo giù da Arrigoni a pochi metri dalla porta. Rigore per il Prato ed espulsione per il numero 3 ospite. Dal dischetto Rubino non sbaglia, spiazzando Scotti e portando in vantaggio i biancazzurri. La reazione del Forlì non  irresistibile e il Prato gestisce il vantaggio fino al riposo.

Nella ripresa la partenza del Forlì è rabbiosa e Melandri si rende subito pericoloso con una conclusione insidiosa che costringe Brunelli alla deviazione in angolo. La risposta del Prato è in una conclusione di poco a lato di Dametto sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 50′. Al 53′ ancora Melandri si infila in area di rigore, ma Brunelli tira giù la saracincesca in uscita e riesce a deviare la conclusione ravvicinata della punta forlivese. Al tezo tentativo Melandri non perdona e infila Brunelli in diagonale conil solito smarcamento sull’esterno dell’area di rigore, ristabilendo la parità al 56′. Al 62′ Ocasionissima per il Prato, prima con la bomba dalla distanza di Fanucchi, respinta da Scotti sui piedi di Romanò, che mette al centro e colpisce in pratica le gambe di Bocalon, col pallone che finisce fuori di pochissimo a portiere ospite battuto.Al 72′ Cavagna da fuori costringe agli straordinari Scotti, bravissimo a distendersi in tuffo e a neutralizzare in angolo una conclusione insidiosa del centrocampista locale. Ancora Cavagna al 76′ sfiora l’incrocio su punizione. Un minuto dopo Melandri fa tutto da solo e mette ancora paura ai biancazzurri con un diagonale di sinistro che sfiora il palo. All’82’ atro missile da fuori, stavolta di Grifoni, che chiama ancora Scotti al grande intervento per deviare in angolo. Alla fine, nel recupero, Dametto di testa incoccia un calcio d’angolo e spedisce il pallone alle spalle di Scotti, segnando il 2re-1 che regala una soffertissima vittoria al Prato. Prima del fischio finale c’è gloria anche per Fanucchi, che sigla il 3-1 definitivo, infliggendo una punizione fin troppo severa ad un buon Forlì.

PRATO: Brunelli, Bandini, Grifoni, Romanò, Dametto, Ghidotti, Tassi, Cavagna, Rubino, Fanucchi, Bocalon. A disp. Ivusic, Bagnai, Eguelfi, Pasa, Bengala, Ogunseye, Fofana. All. Esposito.

FORLI’: Scotti, Jidayi, Arrigoni, Catacchini, Drudi, Casini, Arrigoni, Cejas, Melandri, Hamlili, Castellani.  A disp. Casadei, Fantini, Guidi, Fantoni, Pettarin, Djuric, Forte. All. Rossi.

4 Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*