Insetti nella pasta delle mense scolastiche, ripartono le forniture della Ristorart. Il Comune: “I genitori possono stare tranquilli”

Riprenderà domani la fornitura di pasti alle mense delle scuole comunali da parte della Ristorart, l’azienda di Agliana, che per due volte nelle scorse settimane ha cucinato cibi contaminati. Nei primi piatti somministrati ad alcuni bambini erano state trovati, nel primo caso, parassiti della pasta e nel secondo episodio insetti dei legumi. Dopo quest’ultimo fatto, il Comune, venerdi scorso, aveva affidato in via cautelativa la fornitura dei pasti ad altri centri cottura. L’azienda ha ricevuto multe per seimila euro dall’amministrazione comunale, che assieme alle Asl di Prato e Pistoia e ai militari del Nas hanno effettuato controlli e analisi nella sede di Agliana.
“Mi sento di tranquillizzare i genitori – afferma  l’assessore all’istruzione del Comune di Prato Mariagrazia Ciambellotti -. Le analisi dei Nas e della Asl hanno accertato che il problema nasce dal magazzino e da alcune forniture di pasta e cereali. A quel punto la ditta ha disposto non soltanto la distruzione di queste derrate alimentari, ma di tutti i materiali presenti nel magazzino che potevano essere a rischio infestazione. Il centro cottura (che peraltro ha continuato a “lavorare” per altre mense, ndr) non ha mai avuto problemi: le analisi e i tamponi su superfici e utensili da cucina hanno dimostrato che il livello igienico è ottimo, come sappiamo bene grazie al lavoro dei nostri ispettori che continueranno a fare i controlli quotidiani previsti”.

Dal canto sua la Ristorart parla di “casualità straordinaria degli eventi accaduti”. “Non era mai successo niente di simile in 20 anni di attività e purtroppo ci sono stati due casi in 15 giorni, riconducibili a merce proveniente dai nostri fornitori – afferma Nicola Capogreco, amministratore della Ristorart -. Abbiamo distrutto volontariamente 26 quintali di pasta, cereali e legumi, la gran parte della quale era sicuramente buona, per dare le massime garanzie e procedere ad una disinfestazione capillare del magazzino. Sottoporremo a audit da parte di una multinazionale la ditta che effettua le disinfestazioni, e ne faremo ogni fine settimana per il prossimo mese. Inoltre aumenteremo la rotazione delle forniture. In pratica il cibo che viene cotto il giorno prima, ci arriverà il giorno precedente: così avremo i magazzini quasi vuoti e potremo eseguire meglio il monitoraggio delle materie prime. Di più non so cosa potremmo fare” conclude Nicola Capogreco, amministratore della Ristorart.
L’assessore Ciambellotti si dice disposta a recarsi nelle scuole per fornire chiarimenti ai genitori dei bambini e annuncia che la giunta e il sindaco Biffoni, nei prossimi giorni, a sopresa, andranno a mangiare nelle mense scolastiche.

D.Z.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*