Marito e moglie sorpresi dalla municipale a conferire scarti tessili in vari cassonetti della città: rischiano il carcere

Proseguono anche di notte i controlli capillari della Polizia Municipale per prevenire e reprimere gli abbandoni e la gestione illecita dei rifiuti: il reparto Ambiente dei vigili urbani nei giorni scorsi ha individuato il responsabile di un’operazione di raccolta e trasporto illecito nella zona del macrolotto zero. Il cittadino cinese C.W., di 36 anni, congiuntamente alla moglie, aveva provveduto a caricare sul suo veicolo 13 sacchi di scarti tessili provenienti dalla sua confezione di via Pistoiese per poi conferirli nei vari cassonetti della città. Il tutto senza nessuna autorizzazione ambientale. E’ pertanto scattato il sequestro del veicolo, soggetto a confisca, ed i due cittadini rischiano adesso l’arresto da 6 mesi a 2 anni e l’ammenda da € 2.600 ad € 26.000.

Un cittadino marocchino, C. A, di anni 37, è stato invece sorpreso a trasportare rifiuti ferrosi senza aver compilato il prescritto formulario di identificazione del rifiuto ed adesso dovrà pagare una sanzione di 3.100 euro. Infine un uomo di etnia cinese è stato colto in via Martiri delle Foibe a conferire in maniera erronea rifiuti riciclabili, che aveva gettato nel contenitore della raccolta indifferenziata. Il trasgressore dovrà pagare una sanzione di 100 euro.

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*