Peretola, l’affondo di Rossi durante la visita in città: “I campanili possono essere la tomba della regione”. Poi apre alle compensazioni per Prato

Il governatore della Toscana, Enrico Rossi è arrivato in città questo pomeriggio ospite di un evento a palazzo Inghirami per presentare il suo libro “Viaggio in Toscana”. Il presidente della Regione, intervistato dal direttore di Tv Prato Gianni Rossi, ha parlato di vari temi. Fra questi non poteva mancare la questione ampliamento di Peretola. Rossi ha difeso le proprie scelte. “Sul ricorso dei comitato dico solo che ci sono i tribunali che fanno il loro lavoro – ha spiegato – Bene invece ha fatto il sindaco che ha chiesto di controllare e partecipare ai tavoli decisionali. L’adeguamento di Peretola è un argomento serio. Mi sento sereno sul lavoro fatto sulla città di Prato. Questa città ha dei problemi di natura ambientale e l’aeroporto non mi sembra che ne crei di nuovi. Peretola è una ricchezza, un elemento di modernità. Pisa non ce la puù fare da sola ad inglobare tutto il traffico aereo. Credo che i campanili possano essere la tomba di questa regione. L’aeroporto deve impattare il meno possibile ma abbiamo fatto la scelta giusta”.

Poi il governatore ha aperto alle possibili compensazioni per Prato. “Siamo gente di mondo – ha detto – se c’è bisogno di trovare un riconoscimento per Prato sono d’accordo”. In tal senso Rossi ha ricordato gli impegni presi nelle ultime settimane per la città. “Con Prato siamo sempre stati disponibili – ha proseguito Rossi – ciò che è cambiato rispetto al passato è l’atteggiamento dell’amministrazione comunale. Ricordo solo l’accordo preso con il sindaco Biffoni per la cultura, le Cascine di Tavola, Gonfienti e l’Interporto”.

Infine la questione cinese. “Credo nella legalità, non nell’atteggiamento ipocrita del centrodestra che dice di mandarli tutti a casa. Il giorno dopo la nostra economia perderebbe qualche miliardo di euro. Vediamo se l’azione costante dello Stato fa piano piano emergere questo mondo sommerso. Sono d’accordo ai controlli della squadra interforze ma bene abbiamo fatto a investire su tanti giovani (gli ispettore dell’Asl, ndr) perchè da questa azione certe aziende hanno chiesto di mettersi in regola. Ne stiamo controllando dieci al giorno e in un anno e mezzo le avremo controllate tutte”.

Stefano De Biase

33 Commenti

  1. Attendo impaziente il commento del centro studi prato 2.0 sulla str…ata delle compensazioni.

  2. la tomba della regione siete voi politici che la state rovinando con le vostre scelte in base ai vostri interessi.che non sono certo per il bene di noi cittadini

  3. E’ inutile che apra alle compensazioni, lui non ha capito che delle compensazioni a noi pratesi non ce ne frega un tubo. Noi non vogliamo l’aereoporto e basta, anche se per compensare ci mandassero una montagna d’oro.Quando poi questo incapace si rendera’ conto di quanto effettivamente costerà questo allungamento della pista e soprattutto a quanto poco servira’ sara il primo a far festa con questa storia ammesso che gli sia rimasto un po’ di buonsenso ! Abbiamo l’aereoporto di Pisa a meno di un’ora dalla nostra citta’ sempre libero dalla nebbia, efficiente e valido potenziamo quello con meno spesa e soprattutto con il risparmio del territorio!

  4. legalitá? Ipocrita è il suo atteggiamento,ha aspettato che vincesse Biffoni per inviare degli ispettori a controllare gli
    impianti elettrici!

  5. La tomba della toscana sono i politici come te, caro rossi, che hai svenduto agli speculatori privati un gioiello come l’aeroporto di Pisa e hai fatto approvare a forza l’ampliamento di peretola sulla pelle dei cittadini!
    E tutto questo per cosa? Per mantenere la poltrona…

  6. A Prato non vogliamo compensazioni vogliamo non avere inquinamento inutile. Di tumori ce ne sono anche troppi. Rumori impossibili e costi assurdi. Vogliamo tenerci la piana agricola.Pisa basta e avanza altro che . .

  7. Ho sempre sostenuto che sei un mediocre per di più anche arrogante, caro rossi tdc, sei il peggio del peggio, vediamo quanti grulli hanno il coraggio di rivotarti.

  8. Mi viene da vomitare su queste parole false…. Dall areoporto ai cinesi…a tutti sti salamelecchi con il sindaco!! Grz pisolo ogni tanto ti trovo in accordo…

  9. Vi sta bene buonisti pratesi della bandiera rossa, quando vi passeranno i boing 747 sopra la testa non provate a lamentarvi, muti dovete stare, non dovete nemmeno fiatare! !! è per colpa vostra se la nostra città andrà a morire. cari buonisti dello zoccolo duro, ma cosa ne sapete voi di internet, conoscete solo l’unità e la bandiera rossa.

  10. Come vorrei, signor Rossi, avere una visione d’ampio raggio come la tua! Invece mi devo accontentare della visione che hanno tutte le persone normali, cioè che qui in questa piana l’aeroporto non c’è modo farlo in punte maniere, basta, stop, fine. Qui è tutto saturo e sta per scoppiare. Svendere così il territorio e gli abitanti (che in larga parte ti hanno votato)… vergogna!

  11. pratesi, e’ venuto il momento di unirsi,tutti, contro
    la cricca’ fiorentina, capitanata da questo losco personaggio.Ma cosa aspetta l’opposizione a informare seriamente la popolazione dei rischi che avremo nella t salute e sull’inquinamento acustico ???
    Cenni, c he cosa si aspetta a tappezzare i muri cittadini di un chiaro manifesto che denunci gli occulti, ma non tanto, interessi che si celano diero all’ampliamento della pista ? Informiamo del rischio tutti i pratesi,prima che sia tardi ! Tutte le volte che il cosidetto’govenatore’ si affaccia in citta’ accogliamolo con roboanti pernacchie, altro che
    assecondare la sua vanita’ letteraria…

  12. Ma nessuno pensa all’impatto che questa struttura avrebbe col territorio? Tutti pensano alla qualita’ dell’aria ma a tutte le opere idrauliche che sconvolgerebbero il territorio con conseguenze economiche ed ecologiche non ben quantificate e quantificabili. I lavori da fare sul reticolo idraulico sono enormi, come hanno ben specificato dal Consorzio di Bonifica in piu’ di una occasione, con costi altissimi e, mi sembra da tutti i politici che promuovono questa opera(?) non ben chiari. Ho il sentore che questa opera sara’ cominciata di sicuro, salvo poi a meta’ e con il danno ambientale gia’ fatto ci si accorgera’ che costa troppo in tutti i sensi e sara’ lasciata a meta’. Il danno pero’ ormai sara’ fatto ed a noi restera’solo un territorio devastato. Le opere di compensazione, come purtroppo ho visto molte volte in altre occasioni,saranno o inutili o aggiungerarnno danno al danno, cioe’ altro inutile cemento.

  13. Volete scommettere che questo il prossimo anno prendera’ il 65-70% di voti anche a Prato???? Quindi, di cosa c…o ci lamentiamo???? Il primo problema di Prato, sono i pratesi……

  14. Non sono di Prato ne’ di Firenze. Ma il primo pratese antiaeroporto, che si è bevuto e rigetta le st…te dei vari comitati, che prende l’aereo o lavora per peretola si faccia riconoscere. Facile eh? Prima si contesta poi ci serviamo di quello che abbiamo a 10km… Ridicoli tutti.

  15. Che coraggio…ha appena NEGATO il finanziamento promesso all interporto!!!!! BUFFONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  16. Ci sarà pure un motivo se gli uomini hanno pensato prima a costruire un campanile e molto dopo a costituire le regioni.Certo che riuscire a devastare ambientalmente 3 opere Medicee in un colpo solo è un bel record. Hai un cognome anonimo ma senz’altro sarai ricordato dai pratesi come il pisano che ha “migliorato” l’ospedale e la qualitá della vita a Prato.

  17. Interessante incontro a cui eravamo presenti come centro studi prato 2.0. Interessante l’approccio su alcuni temi ( cina) e su altri meno( interporto per esempio). Parlando con il governatore si evince che ancora non e’ superata la questione dell’ascolto: ovvero stiamo insistendo a dirgli che e’ determinate ascoltare la citta’ su tutti gli argomenti ..senza far calare dall’alto le cose. Anche questo secondo incontro ( il primo mercoledi promeriggio in regione) ci e parso positivo avendo ribadito i punti del nostro progetto per la città che vogliamo( http://www.centrostudi.pratoit/). Verificheremo se e’ possibile costruire una iniziativa con la presenza del governatore presso la nostra sede al curiel ( chinatown) per parlare di compensazioni.
    Presidente Centro studi Prato 2.0
    dr.Roberto Pagliocca

  18. Non c’è un commento pro pista parallela, si vergognano lo zoccolo duro;chi vita triste faranno ,leggere l’unità bere vino rosso a tavola, frequentare circoli per criticare, e contemporaneamente lasciano la moglie a casa sola.compagni è l’ora d’agire(intanto al nostalgico crescono le corna che ridicoli).

  19. non cè un commento a favore dell aereoporto..e pure lo vogliono fare, non contiamo proprio nulla….spero che quando si vada ai seggi prendano una bella legnata..

  20. Credo che Rossi con questa sua uscita abbia chiarito bene anche a chi aveva dei dubbi sulle capacità politiche di questo signore. E’ chiaro che questa persona viva una realtà che non è quella che ci troviamo ad affrontare giornalmente noi “comuni mortali”, che a lui di Prato e della situazione in cui riversa Prato da un po di anni a questa parte gie ne frega davvero il giusto. Questa è la politica, ed i politici, che hanno rovinato l’Italia negli ultimi 30 anni, un paese al collasso e definitivamente morto. Visto che non c’è più giustizia in questo povero mondo, a sto punto spero davvero in una giustizia divina che regoli poi tutto alla fine della nostra esistenza. Grazie Sig.Rossi, grazie davvero per tutto quello che sei stato capace di fare per Prato e per tutta la Toscana!!!!

  21. Sono un Cinese che lavora a Prato da oltre 20anni. Perchè volete fare l’aerporto? Tra qualche anno non servirà più la pista ci saranno i decolli verticali: nel mondo nessuno costruisce nuovi aeroporti. Come la Tav sarebbe stata utile 10anni fà, costruirla oggi per finirla tra 20anni quando i treni non ci saranno più?!?!. Sveglia.

  22. Non esistono compensazioni che possano ripagare lo scempio sia ambientale che acustico. Ma allora Rossi non ha capito niente, noi non vogliamo barattare il nuovo aeroporto con un piatto di lenticchie come ci proponi tu.Qui a Peretola l’aeroporto non si deve fare,perché non esistono le condizioni prima di tutto “lo spazio che non c’è ed è molto a rischio” secondo “non serve alla comunità” ma serve solo a te e Renzi, Lo vuoi capire o no.

  23. A uno e due che da come scrivono non mi sembrano tanto Pratesi se loro vogliono l’aeroporto più grande va bene pero si prendano anche gli aerei su Firenze. poi qui si parla di ampliamento di un aeroporto che non ha senso perchè si potrebbe ampliare Pisa tranquillamente con meno soldi e senza creare particolari disagi ai cittadini poi se a voi va bene che vi passino sopra i boeing magari di notte contenti voi.

  24. la cosa più esilarante,è il tono sussiegoso che assume il sedicente centrostudi,per dire quattro scemenze e per mettersi carponi davanti agli interessi massonico-capitalistici che spingono per l’aeroporto !quanto alle regioni ,quando non esistevano tutto era più semplice, ora si è formato solamente una enorme greppia a cui tutti attingono! ma dopo queste ultime elezioni può darsi che cambi il vento e questi carrozzoni si disgreghino!

  25. Chiedo a qualcuno di pubblicare e diffondere l’agenda con tutti gli impegni pubblici di questo … vedrete che penuria di uova in regione!!!!

  26. ma fregatevene di quello che dicono “uno e due”,non facciamogli pubblicita’,saranno i soliti lividi con manie di grandezza.

  27. Da un bel po’ di tempo “l’egregio” Rossi continua a sostenere quanto sia bello utile e non invasivo il nuovo aeroporto senza però portare nessun argomento concreto a supportare la sua posizione.
    Poi, il fatto che preveda delle compensazioni per Prato va apertamente in contrasto con quello che dice riguardo alle conseguenze che ci saranno sulla città; se veramente l’aeroporto non arrecherà nessun danno (come dice lui) cosa c’è da compensare?
    Ma in fondo è anche colpa di noi cittadini/elettori…

  28. Per “Uno” e “Due”

    Capisco che l’avversione dei pratesi possa sembrare campanilistica. In effetti, essendo prato e dintorni la zona più interessata dalle conseguenze del nuovo aeroporto, è anche naturale che ci sia maggiore sensibilità.
    Detto questo però il progetto di cui stiamo parlando va contro ogni logica e regolamento italiano/europeo in termini di sicurezza, sostenibilità commerciale, ed impatto ambientale INDIPENDENTEMENTE DALLE QUESTIONI DI PRATO.
    Io prendo spesso l’aereo per lavoro e conosco bene la situazione di molti aeroporti europei e mondiali; NESSUN altro stato approverebbe un progetto come questo.

  29. E’ ridicolo, le compensazioni sono qualcosa che annulla l’inquinamento degli aerei ?, sono qualcosa che elimina il rumore degli aerei ?. E’ solo una mercificazione della salute dei cittadini ed io penso che la salute non sia mercificabile. MANDIAMO A CASA QUESTI MERCANTI, NON VOTIAMOLI.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*