Pescato con l’autovelox mentre sfreccia in moto a 100 all’ora in città

Sfrecciava a 100 all’ora in moto lungo via dell’Agricoltura, nella zona industriale di Bagnolo, su una strada dove il limite è fissato a cinquanta. Il centauro, pizzicato da un autovelox della municipale, ora dovrà pagare una sanzione di 527 euro, oltre a subire la sospensione della patente da uno a tre mesi. Nella stessa serata gli agenti hanno controllato 567 veicoli, accertando ventisette violazioni dei limiti di velocità e una guida in stato di ebrezza. Si tratta di una ragazza di 27 anni, residente a Prato, che aveva un tasso alcolemico doppio rispetto al limite consentito. Per la giovane è scattata la denuncia penale e il ritiro immediato della patente di guida per un periodo da sei mesi ad un anno. Massima attenzione anche per l’utilizzo delle cinture di sicurezza. Gli agenti, sempre nei giorni scorsi, durante un controllo notturno hanno accertato ben diciannove violazioni, soprattutto da parte degli occupanti dei veicoli che viaggiavano sui sedili posteriori.“ Tra le altre azioni portate a termine, la polizia municipale ha ritrovato un ciclomotore rubato a Prato, circa quindici giorni fa, che è stato riconsegnato al proprietario. Infine, gli agenti nel corso di un controllo hanno fermato un veicolo che, nonostante fosse sottoposto a fermo fiscale, circolava liberamente. In questo caso è scattata la sanzione di 770 euro. “”La polizia municipale di Montemurlo è impegnata da tempo in campagne di educazione stradale nelle scuole – conclude il comandante della municipale di Montemurlo, Gioni Biagioni – Quest’anno in particolare punteremo ad un più diretto coinvolgimento dei genitori, perché siamo convinti che se c’è l’esempio positivo dell’adulto il messaggio arriva meglio anche ai ragazzi e ai bambini. In particolare, a breve avvieremo degli incontri, anche con le scuole, che affronteranno il tema dell’ educazione alla legalità e alla cittadinanza consapevole””.

1 Commento

  1. bene bene io non gli ridarei più neanche la patente. andare a quelle velocità in città è da criminali!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*