Tribunale, dipendenti e sindacati proclamano lo stato d’agitazione: “Carenze d’organico e carichi di lavoro insostenibili”

I lavoratori del Tribunale proclamano lo stato d’agitazione. La decisione è stata presa a seguito di un’assemblea che ha coinvolto coloro che sono impiegati nella struttura di piazza Falcone e Borsellino. “La carenza dell’organico – spiegano i sindacati – è ormai giunta a livelli oggettivamente intollerabili ed è aggravata dai prossimi pensionamenti e dagli interpelli. In più i carichi di lavoro sono ormai insostenibili, le scadenze sempre più pressanti non consentono di attendere compiutamente alle delicate attività che il personale deve svolgere. Da ultimo si è aggiunta la mancata approvazione da parte della Regione del progetto legato al servizio civile presentato dal tribunale, fatto questo che impedirà il pur temporaneo utilizzo dei volontari per alcune attività di supporto.Preso atto della tragica situazione lavorativa, è stato proclamato lo stato d’agitazione”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*