Nuova pista Peretola, anche Firenze piange: aerei a 150 metri sopra Rifredi, ecco la simulazione di Piana Sana VIDEO

Non solo Prato, ma anche Firenze farebbe bene a preoccuparsi per l’impatto della nuova pista di Peretola. Lo dimostra il nuovo video pubblicato dal Comitato Piana Sana, che simula gli atterraggi dalla parte di Firenze. “E’ previsto – come spiegano gli autori della video simulazione – che la maggior parte dei movimenti aerei di atterraggio e decollo interesseranno il lato nord-ovest della pista, cioè la parte di Prato. Tuttavia, per le condizioni meteo e altri imprevisti, si stima che circa il 19% dei movimenti, in pratica uno su cinque, avverranno dalla parte di Firenze. Questo risulta da un rapporto approvato ufficialmente dall’amministrazione regionale Toscana, che riporta dati dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC), forniti all’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (ARPAT), dalla società Aeroporto di Firenze (AdF). Una tabella riporta dettagliatamente i movimenti al giorno previsti in direzione di Firenze. Si tratta di circa 12 decolli e 14 atterraggi, cioè in media un passaggio ogni tre quarti d’ora, dalle sei a mezzanotte, tutti i giorni. E’ come dire che per due mesi e una settimana l’anno il nuovo aeroporto opererà verso la direzione sud-est, con in media un volo ogni otto minuti su numerosi quartieri residenziali di Firenze. Ipotizzando una traiettoria di atterraggio standard, gli aerei si allineeranno alla pista più o meno sopra Rignano sull’Arno, a una ventina di chilometri di distanza e a un’altezza di poco più di 1.000 metri. Poi scenderanno di circa 50 metri a chilometro, sui quartieri Campo di Marte e Rifredi. Il video mostra il punto di vista di un pilota, evidenziando paesi, scuole, asili e l’altezza da terra degli aerei”.

A Rovezzano, per fare un esempio, gli aerei passeranno a circa 550 metri da terra; a Coverciano si scenderà a  450 metri per arrivare a 300 metri nella zona delle Cure; 200 metri a Rifredi, sopra l’Università; 100 metri sopra il Nuovo Pignone.

5 Commenti

  1. Come sarebbe bello che ci fosse una rotta che sorvola di 100 metri soltanto il tetto della casa del Carrai!

  2. Bene! chi conosce bene la situazione faccia nomi e cognomi almeno in caso di problemi postumi o stragi annunciate sapremo con chi rifarcela! Ognuno si deve prendere le proprie responsabilità davanti alla gente ee non nascondersi dietro una sigla di partito! La cambiale in bianco da oggi è finita!

  3. Aggiungerei Rossi, Renzi, Nencini e Biffoni, tutti in un bel condominio, costretti a lavorare di notte, quindi a cercare di dormire di giorno.

  4. Questa simulazione è estremamente reale, andranno probabilmente in atterraggio manuale saltando le colline del san donato, per poi riagganciarsi e riallinearsi ai sistemi si atterraggio automatici. OHHH FIORENTINI …C’AVETE CREDUTO! L’avete rivotati secondo me vi garba! Vorrò vedere quando s’alza la nebbia a rignano come faranno i piloti a scansare le colline del san donato, se ne sentiranno e vedranno delle belle

  5. Vedremo tanti elettori con la coda tra le gambe per la vergogna di aver rivotato la ditta Rossi & C. distruttrice della Piana Fiorentina e Pratese per far arricchire pochissime persone col miraggio dello sviluppo del turismo di massa . Forse i turisti non sarebbero più venuti a Firenze senza un aeroporto intercontinentale tra le case ????

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*