Ti porto al museo fa il tris e “presta” l’autobus alle scuole

Ci sono tanti modi per avvicinare gli studenti alla cultura e favorirne la sua fruizione. Uno di questi è agevolare la scoperta dei musei, in particolare quelli del territorio pratese, mettendo a disposizione delle scuole autobus gratuiti. Ed è quello che fa il progetto di rete “Ti porto al Museo” che giunge alla sua terza edizione e coinvolge otto strutture, dislocate fuori dal centro di Prato e nei comuni della Val di Bisenzio e del Montalbano.

Da lunedì 12 ottobre via alle prenotazioni, le scuole potranno contattare direttamente le singole strutture per fissare date e orari, scuole pratesi ma non solo. Ti porto al Museo si apre anche gli istituti dell’area fiorentina e pistoiese. Il trasporto gratuito sarà fornito fino a esaurimento fondi, la Provincia ha messo a disposizione circa diecimila euro ed è in attesa di eventuali finanziamenti aggiuntivi della Regione Toscana. Le prenotazioni si chiudono il 31 ottobre.

«Non è stato facile poter garantire questo importante servizio per gli studenti e le loro famiglie, ma ce l’abbiamo fatta – sottolinea il presidente della Provincia Matteo Biffoni – Lo scorso anno abbiamo dato l’opportunità a circa diecimila ragazzi di frequentare i nostri musei, luoghi di studio e ricerca, ricchi di stimoli e occasioni di apprendimento e condivisione».

Ti porto al Museo è anche un efficace sistema di rete che consente ai musei di fare sinergia e promuoversi insieme in tutte le scuole della regione. Vediamo quali sono le strutture aderenti: Museo di Scienze Planetarie di via Galcianese a Prato, il Museo della Deportazione e Resistenza di Figline (Prato), il Museo Archeologico “F. Nicosia” di Artimino (Carmignano), il Museo Ardengo Soffici di Poggio a Caiano, il Centro di Scienze Naturali in Galceti (Prato), il Museo della Badia di San Salvatore a Vaiano, il MUMAT-Museo delle macchine tessili di Vernio e, ultimo aggiunto, la Casa-Museo Leonetto Tintori di Vainella (Prato). Il servizio di trasporto gratuito assicura il percorso di andata e ritorno dalla scuola al museo e viceversa per gli istituti pratesi, mentre per tutti gli altri copre il trasporto dalla stazione ferroviaria di Prato al museo e viceversa.

I DATI DELL’EDIZIONE 2014/2015 – Lo scorso anno scolastico sono state 395 le classi, di ogni ordine e grado, che hanno usufruito del servizio, ben 9666 gli studenti coinvolti. Il 69% delle richieste proveniva dalle scuole pratesi, il 12% da quelle fiorentine, 14% i pistoiesi, 5% gli altri.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*